Milan, non tramonta l'interesse di Louis Vuitton: Arnault e Elliott trattano?

Milan, non tramonta l’interesse di Louis Vuitton: Arnault e Elliott trattano?

Tuttosport e Dagospia offrono nuove rivelazioni in merito ai contatti tra Louis Vuitton ed Elliott per il Milan: la trattativa non è tramontata

L’interesse di Bernard Arnault per il Milan potrebbe non essere una semplice boutade. L’imprenditore francese del lusso, a capo del gruppo Louis Vuitton Moet Hennessy, sarebbe seriamente interessato all’acquisto della società di via Aldo Rossi. A far trapelare nuovi e interessanti dettagli sulla vicenda è stato il sito Dagospia, le cui rivelazioni sono state poi riprese e approfondite dal quotidiano sportivo Tuttosport. La trattativa non sarebbe ancora decollata ma, stando alle indiscrezioni, i contatti tra Arnault e il fondo Elliott continuerebbero sotto traccia.

Milan, Elliott e Louis Vuitton trattano senza clamori

Ci risiamo. Tornano, con sempre nuovi dettagli – annuncia Tuttosport – le indiscrezioni che vorrebbero Gordon Singer, con il suo fondo Elliott, deciso a vendere il Milan, che non sta rendendo, economicamente, secondo i desiderata del proprietario o in linea con gli altri investimenti effettuati. E ancora una volta sarebbe Bernard Arnault l’interessato all’acquisto“.

Secondo Dagospia, la trattativa di cui sopra sarebbe tutt’altro che tramontata. Da un lato ci sarebbe una banca d’affari che sarebbe stata messa al lavoro per arrivare a una prima valutazione dell’asset rossonero“. C’è poi un altro particolare importante: “sarebbe addirittura un ex presidente federale che tifa Inter, l’intermediario tra il gruppo Louis Vuitton ed Elliott“. Tavecchio, rintracciato in Africa dove si trova per motivi di lavoro, ha però smentito.

Nuovo San Siro Manica
Il progetto di Manica+Sportium (fonte foto: https://www.nuovostadiomilano.com)

Questione San Siro fondamentale in ottica cessione

Come ribadito da Tuttosport, la variabile più importante nella trattativa potrebbe essere quella legata al nuovo San Siro. La sicurezza di costruirlo, infatti, influirebbe in maniera molto pesante sulla valutazione del club. Da questo deriverebbe anche il nervosismo del presidente rossonero Scaroni che, in maniera più o meno diretta, ha lanciato un aut-aut al sindaco Sala. Il Milan ha bisogno di certezze, in merito alla questione stadio, in tempi assai brevi.

ultimo aggiornamento: 16-11-2019

X