Milan, parla Bellinazzo: "Sanzione Uefa? E' scontata"

Milan, parla Bellinazzo: “Sanzione Uefa? E’ scontata”

Il giornalista del Sole 24 Ore ha parlato, ai microfoni di Sky Sport 24, della sanzione che a breve l’Uefa comminerà al Milan. Ecco cosa ha detto

Marco Bellinazzo è, senza ombra di dubbio, uno dei più autorevoli giornalisti deputati a parlare di calcio e business: non a caso, quest’ultimo è proprio il nome del blog che cura sulle pagine online del quotidiano economico Il Sole 24 Ore. Intercettato da Sky Sport 24, lo stesso Bellinazzo ha analizzato la situazione del Milan che, a breve (entro questa settimana), dovrebbe ricevere la tanto temuta sanzione Uefa in merito alle violazioni delle regole sul Fair Play Finanziario per il triennio 2015-2018.

Milan, ansia per la sentenza Uefa: ecco le criticità rossonere

Quella dei rossoneri è una situazione complessivamente grave, per due ordini di motivi. In primis, il Milan è già recidivo, avendo ricevuto sanzioni per il precedente triennio. Quindi, c’è da considerare il pesante rosso di bilancio che sarà ufficializzato alla fine di questo mese. Un ulteriore tallone d’Achille per una società che, avendo mancato la qualificazione alla prossima Champions League, non potrà fruire di circa 50 milioni di euro complessivamente derivanti dalla partecipazione alla fase a gironi. Il prezzo da pagare, come ha ribadito Bellinazzo su Sky Sport, potrebbe essere pesante.

Ivan Gazidis Ignazio Abate Luis Campos Giuseppe La Scala
fonte foto https://twitter.com/theamedpost

Milan, Bellinazzo: “Sanzione Uefa? Riduzione rosa o esclusione dalle Coppe”

Il Milan deve districarsi dalle sanzioni della UEFA per il FPP. Si sono accavallati due periodi sanzionati, il ’14-’17 al quale è entrato il bilancio del 2018, con 120 milioni in rosso. La sanzione è scontata, altrettanto scontata perchè c’è la recidiva una riduzione della rosa o addirittura una esclusione dalle coppe“.

Il Milan inoltre chiuderà il 2019 con 70/80 milioni di rosso, la prossima primavera, nel 2020, ci sarebbe un altro problema. Gazidis e Scaroni non stanno cercando una trattativa ma un dialogo con la UEFA per una sorta di compromesso in modo da allungare il periodo per il pareggio di bilancio“.

ultimo aggiornamento: 04-06-2019

X