Mima strage di Superga, la Juve gli vieta l’ingresso allo stadio per cinque anni

Juventus, Daspo societario per il tifoso che ha mimato la tragedia di Superga. Non potrà entrare allo Stadium per i prossimi cinque anni.

Arriva una buona e una cattiva notizia dalla partita Juventus-Torino disputata alla vigilia della tragedia di Superga, in cui persero la vita i giocatori del Grande Toro, oltre che giornalisti e uomini dello staff.

Juventus-Torino, tifoso mima la tragedia di Superga

La brutta notizia è che in un clima di grande fair play qualcuno non ha resistito alla pessima tentazione di mancare di rispetto ai morti e alla storia del calcio, oltre che alla buona educazione. E così da uno dei settori dello stadio occupato dai tiso della Juve le telecamere immortalano un individuo che mima il tragico incidente aereo. Il tutto ovviamente con fare beffardo che va decisamente oltre lo sfottò tra tifoserie.

Juventus, Daspo societario al tifosi che mima la tragedia di Superga

La buona notizia è che, visionate le immagini in questione, la Juventus ha rintracciato l’individuo e ha deciso di procedere con un vero e proprio Daspo societario. Per cinque anni l’uomo non potrà infatti entrare allo Stadium per assistere alle partite della Juventus.

Juventus Stadium
Fonte foto: https://www.facebook.com/Juventusfcita

Gravina: In Italia si può rispondere all’inciviltà con atti concreti

La decisione è stata accolta con favore anche da Gravina che ha elogiato la Juventus per la netta presa di posizione.

Mi sono sempre dichiarato contro le punizioni collettive e questa decisione conferma che anche in Italia si può rispondere all’inciviltà con atti concreti, coraggiosi e moderni – ha dichiarato ai microfoni dell’Ansa. La decisione della Juventus è in linea con quanto indicato dalla Figc e dalle altre istituzioni competenti. L’applicazione dell’istituto del gradimento, avvenuta dopo le necessarie verifiche attraverso il sistema di sorveglianza e grazie alla collaborazione con la Questura di Torino, conferma che il percorso individuato è quello giusto”.

ultimo aggiornamento: 08-05-2019

X