Nuove minacce dall’Isis al ministro Luigi Di Maio. Giuseppe Conte: “Il suo impegno non sarà scalfito dagli atti intimidatori”.

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha ricevuto nuove minacce dall’Isis. Sulla rivista Al Naba sono comparse nuove minacce rivolte all’Italia e sono stati fatti nuovi riferimenti alla conquista di Roma. La grande novità è rappresentata dal fatto che per la prima volta è stata diffusa anche l’immagine di Luigi Di Maio.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Nuove minacce dell’Isis a Di Maio: pubblicata una foto del Ministro degli Esteri

Le nuove minacce a Luigi Di Maio sono considerate particolarmente preoccupanti e vengono prese seriamente in considerazione nel mondo della sicurezza. Il fatto che sia stata diffusa una foto di Luigi Di Maio, che nello scatto è accanto a Blinken, Segretario degli Stati Uniti, è considerata come una minaccia diretta, come un gesto intimidatorio allo scopo di spaventare la vittima, in questo caso Luigi Di Maio.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Giuseppe Conte: “Non ci fanno paura. Il suo impegno non sarà scalfito da atti intimidatori”

Il Ministro degli Esteri ha ricevuto il sostegno da parte dei colleghi del Movimento 5 Stelle e dai rappresentanti di diverse forze politiche, che hanno voluto manifestare la loro vicinanza al Ministro degli Esteri, che per la seconda volta in quattro mesi viene esplicitamente minacciato dall’Isis.

Sono vicino a Luigi Di Maio per le nuove, gravissime minacce ricevute dai terroristi ISIS. Non ci fanno paura: il suo impegno, al servizio del Paese e della stabilità internazionale, non sarà scalfito da atti intimidatori. Chi tocca Luigi tocca ognuno di noi“, ha scritto sui social il numero uno del Movimento Cinque Stelle Giuseppe Conte commentando la notizia delle minacce a Di Maio.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 13-11-2021


Riforma delle pensioni, uscita dal lavoro a 62 anni con il contributivo: la proposta del governo ai sindacati

Nuovo Codice della Strada, dal foglio rosa al bonus: cosa cambia per la patente