È iniziata l’11 novembre la missione dell’equipaggio della Crew Dragon 3, lanciata verso la Stazione Spaziale Internazionale, dove i membri dell’equipaggio trascorreranno sei mesi.

È iniziato alle 3.03 (in Italia) dell’11 novembre il viaggio della Crew Dragon 3 di SpaceX, lanciata verso la Stazione Spaziale Internazionale per una missione destinata a rimanere nella storia.

Si tratta di una missione condotta da una società privata, al SpaceX, appartenente a Elon Musk, lo stesso che riporterà l’uomo sulla Luna con la Nasa.

Il lancio della Crew Dragon 3 è avvenuto a pochi giorni di distanza dal ritorno sulla Terra dell’equipaggio della Crew Dragon 2. I pochi giorni trascorsi dalla fine della vecchia missione e l’inizio della nuova rappresentano un nuovo record per la società di Elon Musk.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

SpaceX, il viaggio della Crew Dragon 3

La missione di Raja Chari, Kayla Barron, Tom Marshburn e Matthias Maurer è iniziata intorno alle 3 italiane dell’11 novembre. La Crew Dragon 3 è stata lanciata dalla base di Cape Canaveral verso la Stazione Spaziale Internazionale, dove si trova un astronauta della Nasa, il quale ha il compito di accogliere i 4 astronauti della Crew Dragon 3.

Sole e Terra
Sole e Terra

La missione dei quattro astronauti che trascorreranno sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale

I membri dell’equipaggio della Crew Dragon 3 trascorreranno sei mesi sulla Stazione Spaziale Internazionale. I quattro astronauti porteranno avanti il lavoro di ricerca raccogliendo informazioni utili anche per la vita sulla Terra. Tra i temi di ricerca c’è anche quello sulla coltivazione di piante nello spazio senza suolo. Inoltre per i membri dell’equipaggio sono previste anche passeggiate nello spazio per lavori di aggiornamento dei pannelli solari della Stazione spaziale.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 11-11-2021


E’ tornato a casa Sebastiano Bianchi, giocatore del Legnano Basket

Covid, nuovi casi e ricoveri ancora in aumento. Due Regioni rischiano la zona Gialla