A Modena la macabra scoperta dei Carabinieri: il corpo carbonizzato nel vano portabagagli di un auto incendiata.

L’auto andata in fiamme apparteneva ad una donna il cui marito ne aveva denunciato la scomparsa giorni prima. Le condizioni del cadavere trovato nel portabagagli non poteva ricondurre a nessuna pista, ma le analisi mostreranno se davvero il corpo era della moglie dell’uomo che la cercava. Intanto, tutte le ipotesi sono aperte.

Carabinieri
Carabinieri

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La macabra scoperta

Nella serata di ieri è stato trovato il corpo carbonizzato in un portabagagli di un’auto che si trovava in una zona isolata di Concordia sulla Secchia, in provincia di Modena. La vettura, distrutta dalle fiamme, era un’utilitaria appartenente ad una donna di 32 anni della provincia: Alice Neri. Il marito ne aveva denunciato la scomparsa due giorni prima.

Al momento del ritrovamento è stato impossibile riconoscere l’identità del cadavere, ma le analisi soltanto potranno far comprendere se il corpo appartiene davvero alla donna scomparsa o meno. Dopo che il marito è stato ascoltato dagli inquirenti, i carabinieri della compagnia di Carpi, coordinati dal pm Claudia Natalini, continuano a condurre le indagini. Sul posto anche i vigili del fuoco, ma al momento tutte le ipotesi sono aperte, dall’omicidio al suicidio. 

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 19-11-2022


Umberto Bossi: in ospedale dopo un malore

Selvaggia Lucarelli, muore per Covid la madre della giornalista