Dove scaricare il modulo per gli assegni familiari

Un modulo da consegnare al datore di lavoro o all’INPS

Sul sito della Previdenza Sociale è possibile scaricare il formato digitale del modulo per gli assegni familiari da presentare al datore di lavoro. Nel dettaglio, il modulo per assegni familiari “generico” per i lavoratori dipendenti si chiama in gergo tecnico Modulo SR16, ma per fortuna sul nuovo sito INPS, a partire dal 2018 si può trovare anche con una ricerca “naturale”. In ogni caso con una ricerca mirata lo si può scaricare rapidamente, in italiano e in tedesco.

Informazioni di base sugli assegni familiari

Gli assegni familiari sono destinati alle famiglie formate da almeno due membri che abbiano un reddito costituito per il 70% dallo stipendio di un lavoratore dipendente (o dalla pensione percepita da un ex lavoratore dipendente). L’ammontare dell’assegno familiare varia in virtù della composizione del nucleo familiare e del reddito su cui la famiglia può contare. I vari scaglioni sono illustrati di anno in anno in un’apposita tabella che l’INPS rende nota a metà anno.

E’ possibile percepire assegni familiari mensili, bisettimanali o addirittura giornalieri, a seconda del tipo di lavoro svolto dal capofamiglia.

Dove reperire e a chi consegnare il modulo per gli assegni familiari

Nel caso in cui il capofamiglia sia un lavoratore dipendente, dovrà compilare e presentare il modulo per la richiesta degli assegni familiari direttamente al suo datore di lavoro. In tutti gli altri casi (e per i lavoratori agricoli dipendenti e a tempo determinato) la domanda andrà presentata direttamente all’INPS.

Nel caso ci siano particolari condizioni familiari (una parte del nucleo familiare all’estero, disabili o nipoti a carico, il capofamiglia è cittadino straniero, la famiglia è costituita da nipoti a carico dei nonni e altre) occorre allegare alla domanda per ottenere l’assegno, l’opportuna certificazione che le attesti.

Modulo assegni familiari: retroattivo per un massimo di cinque anni

Considerando che la domanda può essere presentata anche per gli anni precedenti, qualora il richiedente fosse in diritto di percepire l’assegno ma non avesse mai fatto domanda, vengono corrisposti arretrati per un massimo di 5 anni precedenti alla data della richiesta.

Naturalmente il nucleo familiare in diritto di ricevere il sostegno economico dello stato può essere composto anche da un solo genitore avente a carico uno o più figli. Nel caso di madri disoccupate l’assegno viene corrisposto direttamente dal comune di residenza e non dallo Stato.

INPS: moduli per assegni familiari diversi a seconda delle categorie e delle necessità

Come abbiamo visto, esiste un modulo generico che, mediamente, funziona per tutti i lavoratori dipendenti. Tuttavia, basta fare una ricerca per vedere come in realtà il tema sia piuttosto articolato.

inps assegni familiari
il sito INPS restituisce qualche centinaio di risultati per gli assegni familiari

Assegni famigliari: modulo giusto? Facciamoci aiutare dai professionisti

In ogni caso, i conteggi “fai da te” vanno benissimo per una prima stima di quanto potremmo ottenere, ma per una valutazione più completa, e anche per capire quale sia fra i tanti il giusto modulo per gli assegni familiari da compilare, è sempre preferibile rivolgerci a uno specialista o a un CAF per avere informazioni precise e dettagliate. Oltre a indicarci il modello per assegni familiari più corretto per noi, sapranno anche fornirci l’aiuto necessario per la corretta compilazione della modulistica per la richiesta.

In ogni caso se vogliamo avere un’idea indicativa dell’ammontare di eventuali assegni familiari, le tabelle e le istruzioni sono sintetizzate in questa guida. Così potremo presentarci allo sportello preparati.

Fonte foto copertina: pixabay.com/it/silhouette-famiglia-paesaggio-1923656/

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 13-06-2018

Redazione News Mondo

X