Mondiali Ginnastica ritmica, i risultati di mercoledì 27 ottobre 2021. Italia subito protagonista con Sofia Raffaelli.

KITAKYUSHU (GIAPPONE) – Continua l’anno magico dello sport italiano. Nella giornata di mercoledì 27 ottobre dei mondiali di Ginnastica ritmica i colori azzurri hanno scritto una nuova pagina di storia. Il merito di Sonia Raffaelli, capace di conquistare il bronzo nella specialità del cerchio. E’ la prima atleta del nostro Paese a salire sul podio in questa specialità e lo ha fatto a soli diciassette anni.

Una prova sicuramente importante per la nostra atleta capace, alla sua prima esperienza in questa competizione tra i senior, di sfiorare anche l’argento. Il suo punteggio è stato di 25.850 mentre quello della bielorussa Alina Harnasko è stato di 25.950. Oro alla russa Dina Averina (27.750).

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Raffaelli: “Non svegliatemi se è un sogno”

Una prestazione di assoluto livello per Sofia. “Sono molto contenta – ha detto l’azzurra subito dopo la gara citata da ilquotidianoitaliano.comper me è il primo mondiale e non mi aspettavo tutto questo. Sono arrivata in pedana con l’obiettivo di migliorare e invece sono entrata tra le prime tre. Se è un sogno non svegliatemi […]. Ringrazio tutti per il continuo supporto […]“.

Ora per lei forse ora arriva la parte più difficile. Dovrà confermare quanto fatto vedere in questa manifestazione con l’obiettivo Parigi 2024 che è sempre più vicino.

Italia
Italia

Il medagliere

Come detto, il momento magico dello sport italiano non è ancora finito. Sofia Raffaelli ha conquistato la sua prima medaglia in questa competizione iridata e si spera di riuscire in futuro a salire ancora una volta sul podio. I fari sono puntati naturalmente sulle Farfalle azzurre.

Il 2021 si conferma sempre più un anno da ricordare per tutti gli sportivi. E ancora non è finita qui visto che ci sono altre competizioni in programma e tutto può succedere.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 27-10-2021


Michael Jordan, le sue scarpe vendute all’asta per 1,47 milioni di dollari

Il ‘test segreto’ di Schumacher con l’Aprilia nel 2009