Mondiali Qatar 2022: risolto il problema del caldo grazie a un sistema di raffreddamento installato all’interno degli stadi che ospiteranno la competizione.

Problema caldo risolto in Qatar in vista dei prossimi Mondiali del 2022. La svolta tecnologica è stata approntata al Khalifa Stadium, uno dei principali palcoscenici della competizione.

Trecento bocchettoni rilasceranno aria fredda formando una bolla d’aria che terrà la temperatura a ventisei gradi

All’interno dello stadio è stato montato un sistema di trecento bocchettoni dai quali esce aria fredda. L’innovativo sistema di raffreddamento crea una bolla d’aria climatizzata capace di tenere il termometro fermo a ventisei gradi, una temperatura gradevole per tifosi e calciatori, altrimenti costretti a fare i conti con il caldo torrido del paese.

Come funziona il sistema di raffreddamento dell’ingegner Ghani

Il sistema di raffreddamento è stato ideato dall’ingegner Ghani e non èda escludere che possa essere adottato anche per gli altri stadi che ospiteranno i Mondiali di calcio del 2022. Il funzionamento tecnico dell’apparato è molto semplice. Un radiatore scioglie il ghiaccio trasformandolo in aria fredda che esce dai trecento bocchettoni installati nello stadio. In questo modo all’interno dell’impianto si creerà una bolla d’aria che terrà la temperatura ferma a ventisei gradi senza alcun fastidio per le persone all’interno dell’impianto.

Mondiali Qatar 2022, risolto il problema del caldo torrido

Proprio il problema climatico sembrava uno scoglio insuperabile e aveva lasciato molte perplessità sulla decisione di disputare i Mondiali in Qatar, lì dove durante l’anno il termometro arriva anche intorno ai cinquanta gradi, temperature alle quali è sconsigliabile fare uno sforzo fisico a livello agonistico.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
calcio calcio news FIFA Qatar 2022

ultimo aggiornamento: 03-10-2018


Milan, trionfi in Grecia: le Champions del 1994 e 2007

Milan, clamorosa idea di mercato: Ibrahimovic da gennaio a giugno?