Il monito dell'Agcom a programmi e telegiornali: "Riequilibrare il pluralismo"

Il monito dell’Agcom a programmi e telegiornali: “Riequilibrare il pluralismo”

Il monito dell’Agcom a programmi e telegiornali: “Riequilibrare i pluralismi. Invertire la tendenza rispetto all’ultimo trimestre”.

ROMA – Nuovo monito dell’Agcom a programmi e telegiornali. L’autorità chiede ai vertici dei canali televisivi di “riequilibrare il pluralismo“. “Si provveda – si legge nel comunicato – ad assicurare nei notiziari una immediata e significativa inversione di tendenza rispetto a quanto rivelato nel trimestre settembre-novembre 2019“.

La nota è stata inviata dopo aver esaminato i dati dei telegiornali relativi a dicembre 2019. In questa analisi è stato accertato “il permanere delle criticità. In particolare, i tempi fruiti da alcuni soggetti politici non sono risultati coerenti con le rispettive rappresentanze parlamentari“.

Le comunicazioni inviate dall’Agcom

L’Agcom ha inviato le comunicazioni a RAI, RTI, Sky Italia e LA7 nella giornata di lunedì 30 dicembre 2019 ma reso nota la notizia diversi giorni dopo.

La nota è stata mandata per “garantire il più rigoroso dei principi sanciti a tutela del pluralismo dell’informazione. Inoltre, bisogna avere cura di assicurare, pur nel rispetto della libertà editoriale e alla luce dell’attualità della cronaca, un equilibrato accesso di tutti i soggetti politici al fine di garantire un’informazione completa ed imparziale“. Già in passato il Garante aveva richiesto ai programmi televisivi di mantenere maggiore imparzialità per quanto riguarda la politica.

RAI
fonte foto https://www.facebook.com/brutus.lucius

Attesa la risposta delle televisioni

L’Agcom, dopo l’avviso inviato ai telegiornali, si aspetta la risposta delle televisioni. “Nel trimestre in corso – ha precisato l’Autorità – dovrà essere garantita un’informazione equilibrata e un effettivo e rigoroso rispetto del principio della parità di trattamento tra i soggetti politici. Questo deve tenere conto del grado di rappresentatività di ciascun soggetto politico, anche con riferimento al rapporto dei tempi fruiti tra i diversi soggetti politici. Il tutto nel rispetto dell’autonomia editoriale e giornalistica e della correlazione dell’informazione ai temi dell’attualità e della cronaca politica“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/brutus.lucius

ultimo aggiornamento: 17-01-2020

X