Il Milan nel caos!

Il pareggio a reti bianche contro il Torino ha scatenato la pubblica accusa: Montella non vuole più nessuno (o quasi…).

Lo avevamo detto: con le big ormai alle spalle, il Milan avrebbe rischiato e non poco in queste ultime partite del girone d’andata, dove perdere punti con le piccole (come ingenuamente vengono chiamate) è una cosa che non può trovare alibi nelle dichiarazioni di rito legate alle buone prestazioni. Certe partite si devono vincere, e se così non è paga l’allenatore, leggi Vincenzo Montella.

Montella, esonero chiesto a gran voce dalla tifoseria

Il primo a lanciare un chiaro avvertimento a Montella è stato ancora una volta Massimiliano Mirabelli il quale, a pochi minuti dal fischio d’inizio della gara con il Torino, ha escluso categoricamente la possibilità di non arrivare in Europa attraverso la classifica e ha avvertito Montella: “Il rodaggio è finito, siamo qui per vincere e non per partecipare“. E invece contro i granata il Milan ha rischiato anche di perdere. Per carità, avrebbe potuto vincere e non sarebbe stato un furto, ma la doppia parata di Gianluigi Donnarumma nei minuti finali ha evita a Montella un esonero che sarebbe stato inevitabile.

Milan Vincenzo Montella
Vincenzo Montella

Al triplice fischio dell’arbitro i tifosi presenti hanno palesato il proprio disappunto con una bordata di fischi che ha sommerso San Siro, mentre quelli a casa lanciavano l’hashtag #MontellaOut. Insomma, la pazienza e la fiducia si sono ormai esaurite e un cambio sembra inevitabile.

Milan, rispunta Gattuso?

Torna inevitabilmente di moda il nome di Gennaro Gattuso per la panchina del Milan. L’attuale tecnico della Primavera sta facendo bene nel campionato di categoria. Promuoverlo sarebbe certamente un azzardo ma la stagione rossonera sembra già compromessa. Tentar non nuoce…

ultimo aggiornamento: 27-11-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X