Da Brandon Lee de il Corvo allo stuntman Harry O’Connor: alcuni dei morti sul set rimasti nella storia del cinema (e non solo).

Ha fatto in poco tempo il giro della rete la notizia della sparatoria accidentale sul set del film western Rust, con Alec Baldwin che ha aperto il fuoco con una pistola di scena che non sapeva fosse caricata con proiettili veri. Il bilancio è di una vittima. Si tratta della direttrice della fotografia, morta a causa delle ferite. E il drammatico incidente, purtroppo, non è l’unico caso di morti sul set. Anzi, la storia del cinema è purtroppo ricca di tragedie.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Non solo Rust: i morti sul set

Come detto, nella storia del cinema le tragedie, purtroppo, non mancano. Ma è evidente che alcune siano rimaste impresse nell’immaginario collettivo e siano diventate storia.

Brandon Lee – Il Corvo

Forse uno degli episodi più drammatici è quello che ha portato alla morte di Brandon Lee, appena ventottenne. L’incidente avvenne sul set del film Il Corvo e la dinamica ricorda quella che ha visto, suo malgrado, coinvolto Alec Baldwin. Un colpo di pistola accidentale da una pistola carica. Ad esplodere il colpo fu Michael Massee.

Art Scholl – Top Gun

Tutti ricordano Top Gun ma purtroppo pochi conoscono Art School, istruttore di volo che lavorò alla pellicola che avrebbe portato un giovane Tom Cruise sulla strada della consacrazione. Durante i lavori per la produzione del film, Scholl precipitò con il suo aereo nell’Oceano Pacifico. Non ci fu nulla da fare. Il corpo non fu mai ritrovato ma il fascicolo è stato chiuso con la parola decesso.

Harry O’Connor – XXX

Facciamo un salto in avanti e arriviamo alla drammatica morte di Harry O’Connor. Si tratta dello stuntman che faceva la controfigura di Vin Diesel. L’uomo è morto in una scena forte del film, quella nella quale il personaggio interpretato da Vin Diesel si lancia da un’auto in volo. O’Connor si lancia dall’auto con il paracadute ma cade su un ponte. Inutili i soccorsi.

Jon-Erik Hexum – Cover Up

Un altro episodio che tutti gli appassionati di serie tv ricordano è quello di Jon-Erik Hexum, morto sul set di Cover Up, telefilm di discreto successo. Siamo nel 1984. Jon-Erik Hexum prende una pistola, se la punta alla tempia e gioca alla roulette russa. Preme il grilletto. La pistola era a salve ma la pressione causa lesioni al cranio. Frammenti ossei finiscono nel cervello. Inutili i tentativi dei medici. Il decesso viene dichiarato sei giorni dopo l’incidente

Cinema
Cinema

Una tragedia silenziosa

Ovviamente il nostro intento non è quello di fornire un’enciclopedia con tutte le morti sul set. Abbiamo scelto alcuni casi particolarmente significativi. Purtroppo però anche nel cinema i morti sul lavoro sono tanti. Alcuni attori hanno perso la vita per cause naturali, in seguito ad un malore, molti stuntman sono morti durante le acrobazie. Una lunga lista di vittime forse sottovalutata ma che fortunatamente nel corso degli anni ha reso i set cinematografici decisamente più sicuri per attori e addetti ai lavori.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 22-10-2021


Covid, la variante Delta Plus è arrivata in Italia. Quali sono i sintomi e come riconoscerla

Torino, vandalo evita il carcere perché il poliziotto è senza Green Pass