Roma, si è spento Giovanni Liotti: il padre del cognitivismo

Lutto nel mondo della psichiatria. Si è spento all’età di 73 anni Giovanni Liotti, il padre del cognitivismo e uno dei massimi esperti mondiali di trauma e dissociazione.

ROMA – Si è spento ieri pomeriggio a Roma all’età di 73 anni Giovanni Lotti. Il psichiatra è stato uno dei padri del cognitivismo e uno dei massimi esperti mondiali di trauma e dissociazione.

Undici mesi fa aveva subito un ictus, che gli aveva fatto sospendere l’attività clinica ma non la partecipazione alla vita culturale e intellettuale della psicoterapia mondiale.

Morto Giovanni Liotti, il padre del cognitivismo

Giovanni Lotti, nato a Tripli il 27 marzo 1945, è stato socio fondatore della Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva, di cui è stato presidente del 2000 al 20016.

Nel 1983 scrisse insieme a Vittorio Filippo Guidano il libro ‘Cognitive processes and emotional desordes‘ che vinse il premio dell’anno sulla psicoterapia. Da allora il suo interesse si è focalizzato sullo studio della connessione tra dissociazione psicopatologica e attaccamento disorganizzato.

Nel 2005 vince il premio ‘Pierre Janet’s Writing Adwards‘. Soltanto adesso il libro sarà pubblicato in Italia.

I funerali di Giovanni Lotti si terranno nella giornata di domani mattina alle ore 10:30 presso la chiesa di Santa Maria delle Grazie a Roma.

Il video di un’intervista a Giovanni Lotti

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 10-04-2018

Francesco Spagnolo

X