Il rapper Dmx è morto all’età di 50 anni. Il musicista era ricoverato dallo scorso 2 aprile dopo essere stato colpito da un attacco cardiaco.

NEW YORK (STATI UNITI) – La musica piange Dmx, morto all’età di 50 anni. Come riportato dall’emittente Abc, citata dall’Adnkronos, la notizia della scomparsa del rapper è stata data dalla famiglia. L’artista era ricoverato dallo scorso 2 aprile in un ospedale di New York dopo essere stato colpito da un infarto.

Il decesso dell’artista è stato accolto con molto dolore dall’intero mondo social. E, al termine della pandemia, possibile un evento per salutare l’artista e consentire ai fan di omaggiare uno dei rapper più amati negli Stati Uniti e non solo.

Chi era il rapper Dmx

Nato a Mount Vernon il 18 dicembre 1970, Earl Simmons, in arte Dmx, è cresciuto a New York. Un’infanzia non semplice per l’artista, ma l’hip hop ha permesso al musicista di avverare il suo sogno di entrare nel mondo della musica e trovare una certa salvezza.

Con il passare degli anni, Dmx è diventato un vero punto di riferimento del rapper. Diversi lavori pubblicato (l’ultimo nel 2012) e le partecipazioni in dei film. Tra la fine degli anni ’90 e il nuovo secolo, infatti, l’artista ha deciso di intraprendere una breve carriera di attore. Ruoli che lo hanno fatto conoscere in tutto il mondo e non solo negli Stati Uniti.

Ambulanza
Ambulanza

Dmx morto

La notizia della morte di Dmx è stata data dalla famiglia nella giornata di venerdì 9 aprile 2021. Il cantante era stato ricoverato qualche giorno prima per un infarto, molto probabilmente dovuto ad una overdose di droga, nella sua casa di New York.

La scomparsa è stata accolta con molto dolore dall’intero mondo social. Nei prossimi giorni la famiglia comunicherà le modalità dell’ultimo saluto, ma non si esclude un evento al termine della pandemia per consentire a omaggiare l’artista.


Coronavirus, i colori delle regioni dal 12 aprile. Prime riaperture da lunedì

Inchiesta Fondazione Open, Lotti indagato per corruzione