Continuano le dichiarazioni di Medvedev contro l’Occidente.

Oggi l’ex presidente russo e vice presidente del Consiglio di sicurezza nazionale di Mosca Dmitry Medvedev intervistato dall’agenzia di stampa Tass ha dichiarato che ”L’Occidente vuole distruggere la Russia”. Secondo l’ex leader del Cremlino la comunità internazionale occidentale ”non si preoccupa assolutamente” per il destino dell’Ucraina. ”La Russia garantirà i suoi interessi nazionali con tutti i mezzi a sua disposizione”, ha concluso.

Inoltre, Medvedev ha dichiarato: “La Russia sta conducendo un’operazione militare speciale in Ucraina e cerca di stabilire la pace alle proprie condizioni, esattamente alle nostre condizioni, questo va detto apertamente, e non alle condizioni che i nostri ex partner internazionali, che non vedono l’ora di vedere la sconfitta militare della Russia, cercano di imporci”, ha sottolineato.

piazza rossa di mosca
piazza rossa di mosca

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Non ci sono i presupposti per i negoziati tra Mosca e Kiev

Per quanto riguarda ad un eventuale negoziato di pace tra Vladimir Putin e Volodymyr Zelensky secondo il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov non ci sono i prerequisiti che questo avvenga. A suo avviso, “al momento non ci sono negoziati” con l’Ucraina “né i presupposti per essi”.

Intanto gli scontri continuano e c’è il rischio di un disastro nucleare a Zaporizhia anche se da Mosca dichiarano che la centrale funziona regolarmente. Una notizia positiva arriva invece dalla questione del grano. La prima nave carica di 12mila tonnellate di grano Polarnet, partita dal porto di Odessa il 5 agosto, è arrivata al porto di Derince in Turchia. Questa mattina la prima imbarcazione ha raggiunto la destinazione finale mentre si attende l’arrivo delle altre navi che dovranno arrivare nei prossimi giorni.

“Altre navi arriveranno nei porti di destinazione nei prossimi giorni. È un segno positivo per i mercati del mondo e un esempio perfetto di come l’iniziativa per il grano nel Mar Nero funzioni grazie al sostegno di Turchia e Nazioni Unite” ha scritto su Twitter il ministro per le Infrastrutture ucraino Oleksandr Kubrakov commentando l’arrivo della nave nel porto di Derince.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 08-08-2022


Kosovo rischio guerra: “Dietro la Serbia c’è Putin”

Vaiolo delle scimmie, via alle vaccinazioni a Roma