L’annuncio dell’entrata nella Nato della Finlandia ha causato l’ira della Russia che ha tagliato l’elettricità al paese scandinavo.

La Russia oggi ha sospeso le forniture di elettricità alla Finlandia per la sua decisione di entrare nella Nato. Ma la dipendenza della Finlandia per il fabbisogno energetico è minima. Mosca fornisce al paese solo il 10% dell’elettricità. Non risulta essere un problema, quindi, per Helsinki questa decisione di Putin. La quota che non arriverà dalla Russia potrà essere coperta dalle importazioni dalla Svezia e dalla sua produzione.

Oggi arriva l’improvviso stop delle fornitura di energia da parte della Russia per la Finlandia. Questa decisione arriva all’indomani dell’annuncio della prima ministra finlandese di procedere con l’iter di entrata nell’alleanza atlantica. La Finlandia insieme alla Svezia ha deciso di rompere la sua storica neutralità tra Russia e Occidente per proteggere i suoi confini per paura di una potenziale invasione da parte del paese confinante.

Ad esprimersi contrario all’entrata nella Nato dei due paesi scandinavi anche il presidente turco Erdogan. Putin aveva già minacciato ripercussioni sulla Finlandia se avesse deciso di intraprendere questo percorso ed entrare nella Nato. La risposta del Cremlino arriva immediata. Putin non alimenterà più Helisnki. L’annuncio arriva dal fornitore Rao Nordic Oy, di proprietà della società russa InterRao. La motivazione ufficiale che è arrivata riguarda alcune bollette non pagate dalla Finlandia.

panoramica moscow mosca cremlino russia
panoramica moscow mosca cremlino russia

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Arriva lo stop di forniture energetiche da Mosca

“Siamo obbligati a sospendere l’importazione di energia elettrica dal 14 del mese” ha spiegato il fornitore. Il Cremlino aveva negato fino all’ultimo lo stop delle forniture di gas alla Finlandia. “Le indiscrezioni dei media finlandesi sono fasulle. Non c’è l’intenzione di mettere fine agli accordi“. Mentre il giornale finlandese Iltalehti ieri aveva scritto l’intenzione di Mosca di togliere anche la fornitura di gas.

La Finlandia però non è preoccupata da questa decisione poiché può contare sulle sue 5 centrali nucleari che provvedono al 35% del fabbisogno nazionale. Aumentando la produzione delle sue centrali e affidandosi alle importazioni dalla Svezia può tranquillamente fare a meno delle forniture russe.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 14-05-2022


India: incendio provoca la morte di almeno 27 persone

Eurovision: Ucraina squalifica evitata