Fanpage incastra De Luca jr, perquisiti casa e studio

5 paesi low cost dove rifarsi una vita

Perquisiti casa e studio di Roberto De Luca, assessore comunale di Salerno e figlio del governatore della Campania. Indagini partite dal video di Fanpage.

NAPOLI – Perquisiti lo studio e l’abitazione di Roberto De Luca, assessore comunale di Salerno e figlio del governatore della Campania Vincenzo.

De Luca Jr è finito nel mirino degli inquirenti dopo un video pubblicato da Fanpage in cui un finto imprenditore gli avrebbe proposto accordi illeciti – puntualmente accettati – per un appalto. Da qui il provvedimento della Procura di Napoli che ha avviato le indagini a carico di Roberto De Luca e dato il mandato per le perquisizioni dello studio e dell’abitazione.

M5S all’attacco: “C’è anche il padre di mezzo”

La notizia ha ovviamente scosso il mondo della politica, freneticamente in corsa verso le elezioni del prossimo 4 marzo. A prendere la palla al balzo per puntare il dito contro la famiglia è stato il M5S con Roberto Fico, presidente della Commissione di Vigilianza della RAI: “Credo che la famiglia De Luca sia patriarcale e che, se venisse confermato che il figlio lavorava nella gestione illecita di rifiuti, ci sia anche il padre di mezzo“, ha dichiarato il parlamentare pentastellato.

Massima fiducia nella magistratura

La risposta della famiglia De Luca è arrivata dal padre Vincenzo, governatore della Campania: “Abbiamo assistito a sceneggiature impensabili, con camorristi assoldati per fare grandi operazioni di intelligence. Mi ricorda il clima di due anni e mezzo fa quando, alla vigilia della campagna elettorale per le Regionali, venne fuori la lista degli impresentabili, nella quale io avevo un ruolo d’onore tra malfattori e delinquentiMassima fiducia nella magistratura“.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy
Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 17-02-2018

Nicolò Olia