Conferenza stampa per Spalletti che con il suo Napoli affronta la Lazio di Sarri, queste le parole del tecnico.

Il tecnico del Napoli parla alla vigilia della partita contro la Lazio, queste le parole di Spalletti sulla classifica nelle zone nobili:

“Ci vedo una bella bagarre, può diventare una giostra bella e crudele per uomini forti. Ci sono molte squadre che possono rientrare in zona Champions, ci sono possibilità di apertura alla vittoria del campionato a diverse squadre. Conosco i miei calciatori, so che hanno riconosciuto questo momento. Da qui in avanti deve essere una corsa a perdifiato”.

Parla poi della gara scudetto: “La soluzione siamo sempre noi, tutto dipende da noi. La possibilità di vincere il campionato? Non so rispondere, abbiamo perso delle energie, bisogna ammetterlo, però allo stesso tempo dentro la squadra ho ancora tante fonti misteriose che possono darci delle soluzioni a tante cose.”

“Si va a giocare con fiducia, sapendo che questa è una chance che ci possiamo giocare, per far vedere se la nostra forza può andare oltre tutto”.

Luciano Spalletti
Luciano Spalletti

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Spalletti parla dei singoli giocatori

Il commento del tecnico del Napoli sulle condizioni dei singoli giocatori:

“Victor sta molto bene, meglio sicuramente delle gare che ha giocato in questi giorni. Lobotka lo portiamo con noi, ma la vedo difficile che parta dall’inizio anche se valuteremo. Oggi ha fatto lavoro con la squadra ed un pochino di lavoro diversificato. Lo convocheremo, poi vedremo in base alle valutazioni che faranno i massaggiatori.”

Conclude così: “Lozano mi ha detto che si sente molto meglio, pensa che sia stata la soluzione giusta quella di non operarsi. Anguissa ha ancora bisogno di questa settimana e valutare poi da esami clinici la sua ripresa”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

calcio news

ultimo aggiornamento: 26-02-2022


Empoli-Juventus: probabili formazioni, Kean parte titolare

Torino, Juric: “Belotti? Mi aspetto ancora di più, ha dato solo un accenno”