'Ndrangheta, arrestato assessore della Regione Piemonte Roberto Rosso

‘Ndrangheta, Roberto Rosso si dimette da consigliere della Regione Piemonte

Nuovo colpo alla ‘Ndrangheta, arrestato anche Roberto Rosso, assessore ai Diritti Civili della Regione Piemonte. Gli inquirenti ipotizzano il reato di voto di scambio.

‘Ndrangheta, arrestato Roberto Rosso, assessore ai Diritti Civile della Regione Piemonte. L’esponente di Fratelli d’Italia è stato raggiunto da una notifica di custodia cautelare nel corso dell’operazione della Guardia di Finanza contro la criminalità organizzata.

‘Ndrangheta, arrestato Roberto Rosso, assessore della Regione Piemonte

Nel corso dell’indagine gli investigatori hanno portato alla luce una rete di rapporti illeciti. Gli inquirenti ipotizzano anche un sistema di voto di scambio. I dubbi su Roberto Rosso sarebbero proprio sulle ultime elezioni regionali in Piemonte.

Le accuse a carico di Roberto Rosso

Rosso dovrà rispondere dell’accusa di avere chiesto voti alla ‘ndrangheta per sostenere e spingere la sua persona in occasione delle ultime elezioni regionali in Piemonte. L’esponente di Fdi ha ottenuto 4.806 voti guadagnandosi l’elezione nelle fila del Centrodestra.

Nel corso della sua carriera politica rosso ha militato tra le fila di Forza Italia ed è stato membro di diverse commissioni parlamentari.

Guardia di Finanza
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/Guardia-di-Finanza

L’operazione contro la ‘ndrangheta e l’infiltrazione

La maxi operazione segue di poche ore quella condotta a nella provincia di Vibo Valentia, dove in manette sono finiti politici, imprenditori e manovalanza delle cosche malavitose.

Questa volta sono sette le persone arrestate insieme con Roberto Rosso. Oltre ai fermi le autorità hanno proceduto con il sequestro di beni appartenenti alla ‘ndrangheta.

Gli indagati dovranno rispondere a vario titolo delle accuse di associazione a delinquere a stampo mafioso, reati fiscali e voto di scambio.

Giorgia Meloni: “Rosso fuori da Fdi”

Giorgia Meloni ha commentato la notizia dell’arresto comunicando che Fdi si costituirà parte civile in caso di processo.

“Roberto Rosso ha aderito a Fratelli d’Italia da poco più di un anno. Apprendiamo che stamattina e’ stato arrestato con l’accusa più infamante di tutte: voto di scambio politico-mafioso. Mi viene il voltastomaco. Mi auguro dal profondo del cuore che dimostri la sua innocenza, ma annuncio fin da ora che Fratelli d’Italia si costituirà parte civile nell’eventuale processo a suo carico. Ovviamente, fin quando questa vicenda non sarà chiarita, Rosso e’ da considerarsi ufficialmente fuori da FdI“.

L’assessore Roberto Rosso annuncia le dimissioni

Roberto Rosso, con una lettera scritta forse dal carcere, ha comunicato le proprie dimissioni dagli incarichi di assessore e di consigliere della Regione Piemonte.

ultimo aggiornamento: 30-12-2019

X