Nuovo dpcm, l’elenco dei negozi che restano aperti: la divisione in zona gialla, arancione e rossa e tutte le informazioni utili.

Con il nuovo dpcm, quello del 3 novembre, il governo procede con una nuova stretta disponendo chiusure differenziate in base ad Aree di rischio. E nelle chiusure rientrano ovviamente anche i negozi. Facciamo allora il punto sui negozi che possono restare aperti nonostante il dpcm.

Negozi aperti in zona gialla

Per le Regioni che si trovano nella Zona Gialla è disposta la chiusura dei centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi e la chiusura di bar e ristoranti dopo le ore 18.00.

Nello specifico, Le attività commerciali al dettaglio si svolgono a condizione che sia assicurato, oltre alla distanza interpersonale di almeno un metro, che gli ingressi avvengano in modo dilazionato e che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni […]. Nelle giornate festive e prefestive sono chiusi gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati, a eccezione delle farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole”.

Per quanto riguarda le attività di ristorazione, “le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore 5.00 fino alle ore 18.00 […]. Dopo le ore 18,00 è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico […]. Resta sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 22,00 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze”.

Sono consentite le attività inerenti ai servizi alla persona.

Le Regioni in area gialla sono Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Province di Trento e Bolzano, Sardegna, Toscana, Umbria, Veneto.

Coronavirus bar
Coronavirus bar

Negozi aperti in Zona Arancione

Per quanto riguarda la zona arancione, dal punto di vista di chiusure dei negozi non cambia nulla rispetto alla Zona Gialla: si applicano le stesse indicazioni, inclusa la chiusura dei centri commerciali nel fine settimana.

La grande differenza è rappresentata dalla sospensione delle attività e dei servizi di ristorazione, ossia ristoranti, bar, gelaterie a pub, che chiudono 7 giorni su 7.

Le Regioni in area arancione sono Puglia e Sicilia.

Coronavirus Parrucchieri
Coronavirus Parrucchieri

Negozi aperti in Zona Rossa

Per quanto riguarda la Zona Rossa si procede con la sospensione delle attività commerciali al dettaglio “fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 23”.

Inoltre “sono sospese le attività inerenti servizi alla persona, diverse da quelle individuate nell’allegato 24.”

Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie.

Le Regioni in area Rossa sono Calabria, Lombardia, Piemonte, Valle d’Aosta.

Commercio al dettaglio e servizi per la persona, quali sono i negozi che restano aperti: cosa dice il dpcm

Andiamo a vedere allora quali sono le attività commerciali al dettaglio e le attività inerenti al servizio alla persona indicate negli allegati 23 e 24 del dpcm che quindi possono rimanere aperti anche in zona rossa.

Commercio al dettaglio (allegato 23 dpcm 3 novembre)

Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari)

Commercio al dettaglio di prodotti surgelati

Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici

Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi
specializzati (codici ateco: 47.2), ivi inclusi gli esercizi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi da inalazione

Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati

Commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)

Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle) in esercizi specializzati

Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari

Commercio al dettaglio di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio

Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati

Commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati

Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici

Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio

Commercio al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati

Commercio al dettaglio di biancheria personale

Commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati

Commercio di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori

Commercio al dettaglio di giochi e giocattoli in esercizi specializzati

Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)

Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati

Commercio al dettaglio di cosmetici, di articoli di profumeria e di erboristeria in esercizi specializzati

Commercio al dettaglio di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti

Commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati

Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia

Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento

Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini

Commercio al dettaglio di articoli funerari e cimiteriali

Commercio al dettaglio ambulante di: prodotti alimentari e bevande; ortofrutticoli; ittici; carne; fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti; profumi e cosmetici; saponi, detersivi ed altri detergenti; biancheria; confezioni e calzature per bambini e neonati

Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono

Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

Servizi per la persona (allegato 24 dpcm 3 novembre)

Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia

Attività delle lavanderie industriali

Altre lavanderie, tintorie

Servizi di pompe funebri e attività connesse

Servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
coronavirus dpcm 3 novembre economia motori Ultima Ora

ultimo aggiornamento: 05-11-2020


Aston Martin DB5: l’auto di James Bond (Sean Connery) entrata nella leggenda

Il nuovo dpcm ‘ferma’ Italo: riduzione della domanda di oltre il 90 per cento, personale in Cassa integrazione