Prescrizione, Zingaretti a Bonafede: "Il Pd presenterà una sua proposta"

Ultimatum di Zingaretti a Bonafede: ‘O blocca la prescrizione o il Pd presenta una proposta propria’

Scontro sulla prescrizione, Nicola Zingaretti ‘avverte’ Bonafede: “Senza un accordo nei prossimi giorni, il Pd presenterà una sua proposta di legge”.

Non solo il Mes. Il governo torna a discutere, e con toni decisamente accesi, sul tema della prescrizione. Pd e Movimento 5 Stelle restano decisamente distanti. e a confermare il gelo è l’ultimatum lanciato dal segretario dem a Nicola Zingaretti: o Bonafede blocca spontaneamente l’entrata in vigore della prescrizione o il Partito democratico presenterà un proprio disegno di legge.

Nicola Zingaretti
Roma 28/08/2019 – consultazioni Quirinale / foto Samantha Zucchi/Insidefoto/Image nella foto: Nicola Zingaretti-Paola De Micheli-Paolo Gentiloni-Nicola Zingaretti-Andrea Marcucci -Graziano Delrio

Il forzista Costa agita la maggioranza di governo. Italia Viva non vota

A riaccendere la questione è il voto sulla proposta di Enrico Costa che aveva chiesto una via agevolata da urgenza per il suo disegno di legge che prevede l’imposizione dello slittamento della prescrizione così come ideata e presentata dal Guardasigilli Alfonso Bonafede, che dovrebbe entrare in vigore il prossimo gennaio 2020.

Italia Viva di Matteo Renzi ha espresso chiaramente la propria posizione non prendendo parte al voto. Una maniera diplomatica per far sapere a Bonafede di essere contro di lui.

Camera dei deputati
Fonte foto: https://www.facebook.com/Cameradeideputati

Nicola Zingaretti avverte Bonafede: “Senza accordo sulla prescrizione il Pd presenterà una sua proposta”

Vota contro il ddl il Partito democratico, ma non perché in accordo con il ministro pentastellato. Anzi. La richiesta che arriva dal Pd è quella secondo cui Bonafede dovrebbe stoppare l’entrata in vigore della prescrizione. In caso contrario i dem presenteranno un ddl proprio che avrebbe per oggetto la prescrizione e i tempi dei processi. Una sorta di dichiarazione di guerra destinata ad agitare ulteriormente le acque nella maggioranza di governo.

Riteniamo inaccettabile l’entrata in vigore delle norme sulla prescrizione senza garanzie sulle durate dei processi. Non si può rimanere sotto processo per un tempo indefinito, per lunghissimi anni. Senza un accordo nei prossimi giorni, il Pd presenterà una sua proposta di legge. Lavoriamo dunque insieme per trovare una soluzione credibile e cambiare in meglio le cose“, ha dichiarato Nicola Zingaretti scoprendo le carte e lanciando un pericoloso ultimatum agli alleati di governo.

ultimo aggiornamento: 04-12-2019

X