Nikki Haley, clamoroso si ritira: lascia campo libero a Trump
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Nikki Haley, clamoroso si ritira: lascia campo libero a Trump

Nikki Haley

Nikki Haley annuncia il ritiro dalle primarie repubblicane, lasciando campo libero a Donald Trump. Le implicazioni di questa mossa strategica.

Nikki Haley, l’ex governatrice della Carolina del Sud, ha annunciato la sospensione della sua candidatura alle primarie repubblicane, aprendo di fatto la strada a Donald Trump per la nomination del partito. Questa decisione, come riportato dal Wall Street Journal, arriva all’indomani di una netta sconfitta nel Super Tuesday, dove Trump ha dominato vincendo 13 delle 14 elezioni primarie.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Nikki Haley
Nikki Haley

La fine di una campagna sfidante

Haley, che era rimasta l’ultimo vero ostacolo alla nomination di Trump, ha preso questa decisione dopo una riflessione sulla sua posizione nella corsa. La sua campagna si è caratterizzata per la volontà di opporsi al già presidente, portando avanti una linea critica nei suoi confronti, soprattutto negli ultimi tempi. Haley ha messo in discussione le capacità mentali di Trump, paragonandolo a Joe Biden e descrivendoli come “vecchi brontoloni“. Nonostante le sue critiche, la vittoria di Trump nel Super Tuesday con quasi mille delegati ha reso evidente la difficoltà di competere contro la sua figura dominante all’interno del partito.

Un’analisi del post-Super Tuesday

Il ritiro di Haley non è soltanto la fine della sua corsa alla nomination repubblicana ma sottolinea anche la dinamica interna al partito, dove la fedeltà a figure di spicco come Trump sembra prevalere. Anche se Haley è riuscita a ottenere delle vittorie simboliche, diventando la prima donna repubblicana a vincere le primarie del Vermont e del Distretto di Columbia, il suo successo non è stato sufficiente per mantenere una competizione realistica.

Il ritiro di Haley chiarisce ulteriormente lo scenario politico in vista delle elezioni presidenziali di novembre, preparando il terreno per un confronto diretto tra Biden e Trump. Questo rematch del 2020 promette di essere un altro capitolo intenso nella politica americana, con Trump che cerca di riconquistare la Casa Bianca. Vedremo quindi come andrà a finire a novembre 2024.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 6 Marzo 2024 14:44

Giorgia Meloni tuona sulle forze dell’ordine: “Sistematica campagna di denigrazione”

nl pixel