Nino Castelnuovo è morto all’età di 84 anni. La notizia è stata data dalla famiglia.

ROMA – Nuovo lutto nel mondo del cinema italiano. E’ morto all’età di 84 anni Nino Castelnuovo, attore conosciuto da tutti per aver interpretato il ruolo di Renzo ne I Promessi Sposi di Sandro Bolchi. La notizia della scomparsa, riportata da La Repubblica, è stata data dalla famiglia.

Chi era Nino Castelnuovo

Nato a Lecco il 28 ottobre 1936, Francesco ‘Nino’ Castelnuovo ha iniziato a lavorare da bambino prima di trasferirsi a Milano dove è diventato allievo della scuola del Piccolo Teatro di Milano di Giorgio Strehler. Una esperienza che lo ha portato ad appassionarsi a questo mondo e da qui è iniziata la sua lunga carriera.

Nel 1957 la sua prima apparizione in televisione e due anni dopo l’esordio al cinema nel film Un maledetto imbroglio di Pietro Germi. Il suo grande successo è arrivato sicuramente dieci anni dopo con l’apparizione ne I Promessi Sposi di Sandro Bolchi. La carriera è proseguita con diverse apparizioni, le ultime nel 2013 nella serie Le tre rose di Eva 2 e nel 2016 in The Legacy Run.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Cinema
Cinema

Nino Castelnuovo morto

La notizia della scomparsa dell’attore è stata data dalla famiglia il 7 settembre 2021. L’artista 84enne era malato da tempo e per questo motivo negli ultimi anni aveva abbandonato il piccolo e il grande schermo.

Addio a Michael K. Williams

La morte di Castelnuovo è arrivata poche ore dopo quella di Michael K. Williams, attore americano ritrovato senza vita nel suo appartamento nella serata italiana di lunedì 6 settembre 2021 all’età di 54 anni. Le cause del decesso sembrano essere quelle di una overdose, ma le autorità locali stanno effettuando tutti gli approfondimenti del caso per avere delle maggiori certezze su quanto successo in questa casa della città americana.

ultimo aggiornamento: 07-09-2021


Incendio a Milano, i pannelli sconsigliati per i grattacieli: erano classificati come ‘normalmente infiammabili’

Covid, 49enne morto dopo la seconda dose del vaccino Moderna