Governo Luigi Di Maio sarebbe pronto a cavalcare il caso Siri sfidando Salvini con la riforma della normativa sul conflitto di interessi. La provocazione del M5S a Lega e Pd.

Luigi Di Maio rispolvera la proposta di legge contro il conflitto di interessi, altro provvedimento bandiera dei pentastellati.

Stando a quanto emerso nelle ultime ore, il Movimento Cinque Stelle sarebbe intenzionato a presentare in Parlamento una proposta di legge contro il conflitto di interessi, un tema non ancora emerso dall’inizio dell’esperienza di governo giallo-verde.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Provocazione alla Lega di fronte al caso Siri?

Curioso il fatto che il tema del conflitto di interessi emerga proprio nel momento in cui la Lega deve fare i conti con il caso legato ad Armando Siri, finito al centro di un caso che lo legherebbe, secondo le ipotesi, anche, seppur indirettamente, al mondo della mafia.

I bene informati fanno sapere che il testo in questione sarebbe già in fase di studio e il Movimento Cinque Stelle vorrebbe in qualche modo mettere alla prova la Lega già prima delle prossime elezioni europee, con il Carroccio che dovrà prendere posizione: a favore o contro il provvedimento lanciato dai pentastellati. E la scelta non sarebbe semplice anche alla luce delle ultime vicende che agitano la Lega.

Armando Siri
fonte foto https://www.facebook.com/ArmandoSiri/

Conflitto di interessi nel contratto di governo

La nuova normativa per quanto riguarda la legge sul conflitto di interessi è inserita nel contratto di governo ed è considerata come un’azione prioritaria dal Movimento Cinque Stelle. Non è dello stesso avviso la Lega, secondo cui si tratta di un provvedimento tutt’altro che urgente.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 23-04-2019


Dal Salva Roma al caso Siri, il M5s attacca la Lega (e Conte)

Dal Tav ai migranti, i dossier che dividono il governo