La procedura corretta per mettersi al riparo da denunce e furti

Il numero per bloccare il Postamat va chiamato in caso di furto o di smarrimento della carta, in maniera da essere risarciti del denaro prelevato illecitamente.

Misure di sicurezza per evitare prelievi illeciti di denaro

L’utilizzo della carta di credito in sostituzione del denaro contate offre sicuramente una serie di vantaggi significativi: nessuna necessità di prelevare in continuazione denaro contante, controllo continuo del saldo e dei movimenti effettuati dal proprio conto, codici di sicurezza per effettuare ogni prelievo.
A fronte di questo però una carta di credito smarrita o rubata può consentire a terzi l’accesso al nostro conto e, quindi, un’illecita sottrazione di denaro.
Per mettersi al sicuro da questo genere di sottrazione bisognerebbe innanzitutto prestare attenzione a dove e come si ripone la carta ma, soprattutto, bisognerebbe evitare assolutamente di tenere nel portafogli o comunque nelle vicinanze della carta, un appunto che riporti il codice corretto per accedere al conto attraverso un prelievo. Per le stesse ragioni è importante essere certi che nessuno ci guardi comporre il codice sui tastierini dei bancomat al momento del prelievo.

Il numero per bloccare il Postamat

Le Poste Italiane, esattamente come gli alti istituti emittenti di carte di credito, segnala sul proprio sito web il numero per bloccare la carta di credito in caso di furto o smarrimento.
Il numero verde per bloccare la propria carta e richiederne una nuova è 800.65.26.53 (se si chiama dall’Italia). In alternativa 0039.02.34980132 (per chi chiama dal’estero).
Per bloccare le carte prepagate si deve chiamare il numero 800.20.71.67 oppure 0039.0432.744106 (dall’estero).
Una volta provveduto a bloccare la carta è necessario recarsi presso le forze dell’ordine e denunciare il furto o lo smarrimento della carta. Ottenuta una copia della denuncia la si andrà a consegnare nel nostro ufficio postale di riferimento, in maniera da testimoniare che il titolare della carta non è effettivamente in possesso della stessa e non possono quindi essere imputati a lui eventuali illeciti commessi con quella carta di credito.

Fonte immagine di copertina: Poste Italiane

certificato_unicasim

ultimo aggiornamento: 22-02-2017


Il modulo per la richiesta del TFR in busta paga

Il numero per bloccare la carta di credito in caso di furto