Il premier dei Paesi Bassi Mark Rutte ha comunicato i membri della Casa Reale potranno sposare persone dello stesso sesso: in Olanda i matrimoni omosessuali sono legali dal 2001.

Nuova svolta arcobaleno in Olanda: il premier Mark Rutte ha comunicato che i membri della Casa Reale possono sposare persone dello stesso sesso senza perdere diritto al trono. Incredibile ma vero, si tratta di una colossale apertura culturale per niente scontata. E che soprattutto arriva in netto ritardo rispetto al resto del Paese, dove i matrimoni omosessuali sono legali dal 2001…

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Olanda, i membri della Casa Reale possono sposare persone dello stesso sesso senza perdere il diritto al trono

In effetti per i membri della casa reale il discorso legato ai matrimoni non è per nulla scontato. Le unioni infatti devono approvate dal Parlamento che deve esprimersi con un atto ufficiale. Il Parlamento può non autorizzare il matrimonio. Questo ovviamente non impedisce il matrimonio ma comporta l’esclusione dalla linea di successione. Chi si sposa senza approvazione del Parlamento perde il diritto al trono.

La grande svolta annunciata da Mark Rutte consiste nel fatto che ora i matrimoni tra persone dello stesso sesso possono essere approvati dal Parlamento. Prima i matrimoni omosessuali rientravano tra quelli che non potevano ottenere il via libera da parte del Parlamento.

Mark Rutte
Mark Rutte

I matrimoni omosessuali sono legali dal 2001

In realtà la Casa Reale olandese colma il gap con il resto del Paese. In Olanda i matrimoni omosessuali sono legali addirittura dal 2001. Ora anche i reali possono unirsi in matrimonio con persone dello stesso sesso senza perdere il diritto al trono.

ultimo aggiornamento: 13-10-2021


Ballottaggio Roma, Conte: “Voterò Gualtieri”

Salvini, “Ho chiesto un incontro a Draghi. Non siamo riusciti a fermare un disadattato con il Daspo, sono preoccupato…”