L’omelia di Papa Francesco: “Preghiamo per i defunti della pandemia”.

CITTA’ DEL VATICANO – Nella consueta omelia da Santa Marta Papa Francesco ha invitato tutti a pregare “per i defunti della pandemia che sono morti da soli, senza la carezza dei cari, eppure con i funerali il Signore li riceva nella gloria“.

Il Pontefice ha anche ricordato che “ci sono delle ideologie che impediscono di seguire la libertà di Gesù“.

Omelia Papa Francesco: “La rigidità non è fedeltà”

Nell’omelia di martedì 5 maggio il Pontefice si è soffermato sul Vangelo odierno ricordando che “ci sono ideologie che impediscono di seguire Gesù. E tra queste la rigidità nel cuore e nell’interpretazione della legge“.

Bergoglio nel suo discorso ha sottolineato che “la rigidità non è fedeltà ma una sicurezza per noi stessi. Questa ci allontana dalla saggezza e dalla bellezza di Gesù. Tanti fedeli fanno crescere la rigidità nei fedeli“. Ma tra i fattori che non ci permettono di seguire Gesù “c’è anche la ricchezza. Non dobbiamo cadere nel pauperismo e farci imprigionare dalla ricchezza“.

udienza privata Papa Francesco
Papa Francesco

“Il Signore ci faccia diventa pecore del suo gregge”

Il Papa ha spiegato anche che “il clericalismo di chi si mette al posto di Gesù e toglie la libertà dei fedeli è una brutta bestia. Una signora una volta mi ha raccontato di aver partecipato ad un matrimonio dove non era stata fatta la lettura della messa domenicale. Quella è rigidità che ci allontana dalla saggezza di Gesù e tanti pastori fanno crescere questa nei fedeli“.

Nella preghiera conclusiva il Pontefice si è rivolto al Signore “perché ci faccia diventare pecore del suo gregge” ricordando che “con la libertà possiamo scivolare ma peggio è scivolare prima della libertà di andare incontro a Gesù“.

https://www.youtube.com/watch?v=ij3g0DktQHg

Scarica QUI la guida con tutte le precauzioni da prendere per limitare il contagio da coronavirus.


Istat, nel mese di marzo morti in aumento del 49,4 per cento

Giornata dell’igiene delle mani: come lavarle nel modo corretto