Omicidio a Bastia Umbra, ragazzo di ventiquattro anni di Spoleto investito dopo una rissa. Il giovane era a terra per le botte ricevute.

Omicidio a Bastia Umbra, arrestati tre ragazzi con l’accusa ipotizzata di omicidio preterintenzionale e rissa aggravata.

Omicidio a Bastia Umbra, 24enne di Spoleto investito dopo una rissa

L’episodio è avvenuto nelle prime ore del 15 agosto a Bastia Umbra. Due gruppi di giovani si sono affrontati nei pressi di una discoteca della zona, il Country Cafè. La situazione è degenerata in un rissa. Ad avere la peggio un ragazzo di ventiquattro anni di Spoleto, rimasto a terra per i calci e i pugni ricevuti. Il giovane è stato investito due volte da un’auto in fuga, sulla quale si trovavano probabilmente i suoi aggressori. La prima volta il giovane è stato investito in retromarcia, poi la macchina lo avrebbe travolto una seconda volta.

Inutili i tentativi dei soccorritori. Al momento dell’arrivo dell’ambulanza il giovane era già morto.

Ambulanza
Ambulanza

Arrestati tre giovani italiani

I carabinieri hanno arrestato tre giovani italiani che secondo gli inquirenti erano sulla macchina che ha travolto il ventiquattrenne. Le ipotesi di reato a loro carico sono quelle di rissa aggravata e omicidio preterintenzionale.

Carabinieri macchina
Carabinieri macchina

L’autopsia e le indagini dei carabinieri

L’autopsia dovrà chiarire alcuni aspetti fondamentali. Innanzitutto si attendono i risultati sulle cause del decesso. Queste aiuteranno a capire capire se il giovane sia morto a causa delle percosse o dopo essere stato investito dalla macchina.

Le immagini delle telecamere di sorveglianza installate nella zona potrebbero aiutare gli inquirenti a capire se il giovane sia stato investito accidentalmente, nella foga della fuga, o se il soggetto alla guida dell’auto abbia investito volontariamente il ragazzo che si trovava a terra.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
bastia umbra cronaca evidenza

ultimo aggiornamento: 16-08-2020


Attaccata negoziatrice in Afghanistan. Usa: “Atto codardo”. I talebani: “Non siamo stati noi”

Giro di Lombardia Remco Evenepoel cade in un burrone. Il video