A Paliano i funerali di Willy Monteiro Duarte, il ragazzo di 21 anni ucciso a calci e pugni a Colleferro. Presente anche il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Mentre proseguono le indagini sull’omicidio a Colleferro, a Paliano va in scena l’ultimo saluto a Willy Monteiro Duarte, il 21enne di origini capoverdiani ucciso a calci a pugni. Funerali chiusi alle telecamere, presente il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Omicidio a Colleferro, i funerali di Willy a Paliano

Il rito funebre, presieduto da mons. Mauro Parmeggiani, si terrà a Paliano alle 10 al Campo Sportivo Comunale “Piergiorgio Tintisona”, in via Palianese Sud“, ha fatto sapere il sindaco Domenico Alfieri.

La famiglia ha reso noto, tramite il sindaco, il proprio invito ad indossare una maglia o una camicia bianca, simbolo della gioventù.

Si tratta di una cerimonia chiusa alle telecamere. La famiglia di Willy ha voluto che si trattasse di un momento di preghiera e raccoglimento, quindi ha chiesto che fossero vietate le riprese con qualunque mezzo.

Presente ai funerali di Willy anche il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che nei giorni successivi alla tragedia aveva contattato telefonicamente i genitori del ragazzo per esprimere il proprio cordoglio e la propria vicinanza. Il premier, accogliendo l’appello della famiglia di Willy, ha indossato una camicia bianca.

Anche la ministra dell’Interno Luciana Lamorgese ha preso parte ai funerali del giovane.

L’omelia: “La morte barbara e ingiusta di Willy non cada nell’oblio”

Perché la morte barbara e ingiusta di Willy non cada nell’oblio impegniamoci tutti, istituzioni, forze dell’ordine, uomini e donne della politica, della scuola, dello sport e del tempo libero, Chiesa, famiglie e quanti detengono le chiavi di un potere enorme, quello dei media e in particolare dei media digitali, a comprometterci insieme, al di là di ogni interesse personale‎ e senza volgere lo sguardo altrove fingendo di non vedere, a riallacciare un patto educativo a 360 gradi“, ha dichiarato il vescovo nell’omelia, come riportato dall’ANSA.

Conte alla famiglia di Willy: l’Italia è con voi

“L’Italia è con voi, vi vuole bene […]”, ha detto il premier ai genitori di Willy. “Ora ci aspettiamo condanne severe e certe […] Abbiamo seguito tutti questa vicenda di efferata violenza. Non possiamo minimizzarla né sottovalutarla. Non possiamo degradarla a singolo episodio. Dobbiamo guardarci in faccia e capire che ci sono alcune frange, alcune sacche sociali che coltivano la mitologia della violenza”, ha aggiunto il Presidente del Consiglio.

Zingaretti, “Ora bisogna solo far sentire alla famiglia la vicinanza di tutti e pretendere giustizia”

Anche il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha preso parte alla cerimonia. “Ora bisogna solo far sentire alla famiglia la vicinanza di tutti e pretendere presto giustizia. La Regione pagherà e sosterrà la famiglia per le spese legali e uno degli istituti alberghieri della nostra regione sarà dedicato al nome di Willy“, ha dichiarato Zingaretti a margine dei funerali.

Nicola Zingaretti
Nicola Zingaretti

Le indagini

Sul piano delle indagini una svolta è arrivata nella giornata dell’11 settembre. A mezzo stampa è emersa la notizia che la Procura di Velletri ha cambiato capo di imputazione per i quattro fermati per la morte di Willy. Ora è contestato il reato di omicidio volontario aggravato da futili motivi. La decisione è stata presa dopo le prime risposte arrivate dall’autopsia sul corpo del giovane e dopo una nuova ricostruzione fatta in base alle testimonianze e alle prove raccolte nel corso delle indagini.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Milano, violenta esplosione in un condominio in Piazzale Libia

Cosa sono i 49 milioni della Lega: la storia