Omicidio Murazzi, la condanna a Fadil notificata all'avvocato sbagliato

Omicidio Murazzi, condanna a Said fu comunicata al legale sbagliato

Torino, il killer dei Murazzi era stato condannato ma la notifica sarebbe stata mandata all’avvocato sbagliato.

Omicidio ai Murazzi di Torino, la notifica della condanna a Said fu inviata al legale sbagliato. Ha del clamoroso l’ultima indiscrezione che emerge sulla morte di Stefano Leo, ucciso sugli argini del Po da Said Mechaquat, reo confesso, il 23 febbraio.

Omicidio Murazzi, Faid doveva essere in carcere ma la notifica di condatta sarebbe stata inviata all’avvocato sbagliato

Dopo che il killer dei Murazzi si è costituito rivelando di aver ucciso in preda alla disperazione per la fine del rapporto con la moglie, era emersa la notizia del fatto che l’uomo non doveva essere in libertà perché condannato per altri reati. Le stesse autorità hanno confermato l’errore chiedendo scusa alla famiglia di Stefano Leo.

Carabinieri
Fonte foto: https://www.facebook.com/carabinieri.it

Dalle pagine della stampa torinese emerge però un altro dettaglio che condanna la burocrazia e la giustizia italiana. Sembra infatti che la notifica della condanna a 18 mesi di detenzione per maltrattamenti in famiglia sia stata recapitata all’avvocato sbagliato, un legale che non avrebbe mai preso il caso, seguito invece da un avvocato d’ufficio.

Gli inquirenti dovranno chiarire le cause dell’errore

Non si esclude che il nome di Basilio Foti, l’avvocato sbagliato, sia stato presentato dallo stesso Fadil. Sembra però che l’omicida dei Murazzi non abbia mai avuto contatti con l’avvocato in questione.

L’attuale legale di Fadil, proprio alla luce dell’errore commesso dalle autorità italiane, ha chiesto la non eseguibilità della condanna per i maltrattamenti in famiglia. Realisticamente, le possibilità che la richiesta venga accolta sembrano ridotte al minimo.

ultimo aggiornamento: 16-04-2019

X