Omicidio a Pozzo d'Adda, uccide la compagna e poi tenta il suicidio

Dramma a Pozzo d’Adda, uccide la compagna e poi tenta il suicidio

Omicidio a Pozzo d’Adda. Un uomo ha ucciso la compagna prima di tentare il suicidio. Sconosciuti i motivi di questo gesto.

POZZO D’ADDA (MILANO) – Omicidio a Pozzo d’Adda, in provincia di Milano, nella giornata di martedì 24 settembre 2019. Una ragazza di 26 anni è stata soffocata dal compagno di 45 anni che subito dopo ha tentato il suicidio conficcandosi un coltello nel petto. L’allarme è stato lanciato dalla ex moglie del presunto omicida. La donna ha ricevuto una chiamata da parte dell’uomo per annunciare la sua intenzione di farla finita.

Sconosciuti i motivi di questo gesto

La Procura di Milano ha aperto un’indagine per cercare di accertare i motivi di questo gesto che per il momento sono sconosciuti. Secondo una prima ricostruzione si potrebbe trattare di un omicidio-tentato suicidio. Nelle prossime ore gli inquirenti ascolteranno i parenti e gli amici per provare a capire se in passato l’uomo aveva espresso la sua intenzione di farla finita.

Il magistrato ha ordinato l’autopsia sul corpo della vittima per accertare le cause della morte che sembra essere avvenuta per soffocamento. Le condizioni dell’uomo, ricoverato all’ospedale di Bergamo, sono molto gravi con la prognosi non sciolta. Gli inquirenti attendono l’ok dei medici per interrogarlo.

Ambulanza
Db Milano 07/10/2009 – Ospedale Niguarda / foto Daniele Buffa/Image nella foto: ospedale Niguarda ambulanza

Omicidio a Pozza d’Adda, la ricostruzione

Gli inquirenti pensano ad un omicidio al termine di una violenta lite. L’uomo avrebbe prima soffocato la nuova compagna e poi chiamato l’ex moglie per annunciare la sua intenzione di farla finita. E’ stata proprio quest’ultima ad avvisare i militari delle intenzioni del marito.

Il personale del 118, allertato dai carabinieri, non ha potuto fare altro che constatare la morte della giovane, di chiare origini straniere. L’uomo, invece, era ancora vivo e per questo trasportato all’ospedale di Bergamo in codice rosso. Aperta un’indagine per accertare meglio i motivi di questo omicidio che restano non chiari.

ultimo aggiornamento: 24-09-2019

X