Omicidio Sara Buratin: gravi indizi e pianificazione dietro la tragedia
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Omicidio Sara Buratin: gravi indizi e pianificazione dietro la tragedia

cadavere in obitorio

Un’analisi dettagliata degli eventi che hanno portato all’assassinio di Sara Buratin, esplorando l’ipotesi di premeditazione.

In una tranquilla mattinata di martedì, la vita di Sara Buratin, 41 anni, è stata tragicamente spezzata a Bovolenta. Nel Padovano, vittima di un brutale assassinio. Gli investigatori sono ora convinti che dietro questo gesto efferato ci sia la mano di Alberto Pittarello, 39 anni. Compagno della donna, sospettato di aver pianificato l’omicidio nei minimi dettagli.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

cadavere in obitorio

La telefonata ingannevole e l’agguato

Alberto Pittarello, secondo le indagini, avrebbe escogitato un piano macabro per uccidere la compagna, attirandola con la scusa di volerle mostrare uno scooter destinato alla figlia. La mattina dell’omicidio, dopo aver chiamato la suocera per annunciare la sua visita, è stato ripreso dalle telecamere di sorveglianza mentre si avvicinava alla casa della vittima. Una volta insieme, sotto il falso pretesto di spostare lo scooter, ha attaccato Sara alle spalle con un coltello da escursionista, infliggendole venti coltellate mortali.

Indizi di premeditazione

Gli elementi raccolti dagli investigatori suggeriscono una pianificazione dettagliata dell’omicidio. Pittarello, professione caldaista, aveva preso un giorno di ferie coincidente con il martedì libero di Sara, impiegata in uno studio dentistico. Questo dettaglio, insieme al comportamento dell’uomo nei giorni precedenti il delitto, ha rafforzato l’ipotesi della premeditazione.

La sera prima dell’omicidio, Pittarello si era comportato come se nulla fosse, partecipando regolarmente all’allenamento con la sua squadra di calcio a 5. Aveva confidato ai compagni la fine della sua relazione con Sara, senza lasciar trasparire alcun segno delle sue intenzioni oscure. Questo comportamento ha lasciato tutti coloro che lo conoscevano attoniti di fronte alla tragedia.

La scoperta del corpo senza vita di Sara, fatta dalla madre, ha scosso l’intera comunità. Lasciando emergere domande dolorose su come un gesto così terribile possa essere stato premeditato e eseguito con tale freddezza.

La vicenda di Sara Buratin e Alberto Pittarello solleva interrogativi inquietanti sulla natura umana e sulle dinamiche oscure che possono celarsi dietro le facciate di normalità. Mentre le indagini continuano, resta il dolore per una vita spezzata e le domande senza risposta su un omicidio che sembra essere stato pianificato nei minimi dettagli.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 29 Febbraio 2024 11:39

Lutto nel cinema: addio al Danny DeVito italiano

nl pixel