L’Oms sui decessi per Covid: “I numeri sono sottostimati. Ci aspettiamo il doppio o il triplo dei dati ufficiali”.

GINEVRA (SVIZZERA) – L’Oms è ritornato a parlare dei decessi per Covid e ipotizzare numeri sottostimati. “Il dato di persone che hanno perso la vita direttamente o indirettamente a causa del coronavirus è almeno il doppio o il triplo di quello ufficiale“, ha detto Samira Asma, vicedirettore dell’Oms, riportato dall’Ansa.

Una previsione che sembra essere confermata anche dagli altri esperti. A pesare sui dati dei decessi il ritardo nei primi mesi della pandemia e la difficoltà dei Paesi più poveri nell’individuare il coronavirus. Per questo dall’Oms l’invito ad accelerare sui vaccini e consentire di iniziare a mettere la parola fine a questa pandemia.

Draghi: “Dobbiamo assicurare la disponibilità ai Paesi più poveri”

Situazione del Covid mondiale affrontata anche nel G20 della salute. Il premier Draghi ha ribadito come “si deve assicurare la disponibilità dei vaccini anche ai Paesi più poveri e per questo serve aumentare la produzione e introdurre una sospensione dei brevetti sui vaccini per un tempo limitato per non mettere a repentaglio l’incentivo ad innovare per le aziende farmaceutiche […]“.

Come Italia – ha aggiunto il presidente del Consiglio – accogliamo con favore l’iniziativa della Commissione Europea volta a produrre vaccini e prodotti sanitari nei Paesi a medio reddito. Vogliamo coinvolgere le aziende farmaceutiche e i centri di ricerca per sostenere la produzione“.

Mario Draghi
Mario Draghi

L’impegno dei leader mondiali

Una situazione pandemica migliore e una accelerazione delle vaccinazioni potrebbe portare ad una ripresa del piano Covax. I leader mondiali hanno garantito il loro impegno per iniziare a donare i vaccini anche i Paesi poveri. Un cambio di passo fondamentale per riuscire ad arrivare il prima possibile alla normalità. L’uscita definitiva dalla pandemia, infatti, deve avvenire insieme. Solo in questo modo si potrà arrivare alla ripresa dell’economia.


Coronavirus, i colori delle regioni dal 24 maggio

La confessione di Lady Gaga: “Sono stata violentata da un produttore”