Ariccia, ragazzo di 14 anni si suicida lanciandosi dal Ponte. Restano da chiarire le cause che lo hanno spinto al gesto estremo.

Dramma ad Ariccia, ragazzo di 14 anni si suicida lanciandosi dal Ponte Monumentale. I passanti lo hanno visto sporgersi dal ponte e poi lasciarsi cadere nel vuoto. I testimoni non hanno dubbi sul fatto che si sia trattato di un gesto volontario.

Ariccia, ragazzo si suicida lanciandosi dal ponte

La tragedia è avvenuta nella mattinata del 21 maggio. Il ragazzo di 14 anni ha superato le barriere di protezione, poi si è lasciato cadere nel vuoto. Alcuni testimoni hanno raccontato di aver tentato di farlo desistere, ma senza successo. Gli uomini della Polizia Stradale di Albano non hanno potuto far altro che constatare il decesso del giovane, morto dopo una caduta nel vuoto di circa cinquanta metri.

Ambulanza
Ambulanza

Le cause

Sulla dinamica ci sono pochi dubbi, al momento. Il ragazzo si è lanciato volontariamente dal ponte con l’intento di togliersi la vita. Restano da chiarire invece le cause che hanno spinto l’adolescente al gesto estremo. In base alle prime indiscrezioni, che non hanno trovato conferme ufficiali, almeno per il momento, il giovane sarebbe stato depresso a causa del Covid.

Il ponte di Ariccia e i suicidi

Il ponte di Ariccia, una splendida struttura che regala uno splendido affaccio sulla zona circostante, purtroppo è noto anche per i tanti suicidi avvenuti nel corso degli anni. Si tratta di uno dei punti più noti del Lazio per quanto riguarda i suicidi. Lanciandosi dalla struttura la morte è sicura. Nel punto più alto il ponte è a 72 metri di altezza. Per provare a mettere in sicurezza il Ponte, nel 2000 l’Anas ha installato una serie di protezioni. L’intervento sulla struttura ha avuto degli effetti positivi. Il numero di decessi in effetti è diminuito nel corso degli anni, ma ancora troppo spesso qualcuno riesce a superare la rete di sicurezza e lanciarsi nel vuoto. Come fatto dal ragazzo di 14 anni.


“Tutta l’Italia in Zona Gialla”

Coronavirus, i colori delle regioni dal 24 maggio