Pagni, l’idea per Milan-Lazio: “Un abbraccio Bakayoko-Acerbi”

Il giornalista di Repubblica, creatore del blog Bollettino Milan, ha un’idea per chiudere la querelle tra Bakayoko e Acerbi

Luca Pagni, giornalista di Repubblica, segue da vicino la squadra rossonera dalle pagine del blog Bollettino Milan, molto seguito da tifosi e addetti ai lavori. La vicenda Bakayoko-Acerbi ha lasciato molto amaro in bocca: in vista di Milan-Lazio di mercoledì prossimo, semifinale di Coppa Italia, Pagni suggerisce un’idea per chiudere al meglio il capitolo di tensioni e malintesi generatosi dopo il match di campionato.

Bakayoko-Acerbi: “Il buon senso ce lo mettano i calciatori…”

“Una vicenda nata male che sta finendo anche peggio. Ma le persone di buon senso sono tali se sanno quando fermarsi. Per cui, visto che chi governa il paese in questo momento e chi amministra il calcio non riesce a comportarsi come “il buon padre di famiglia” che interviene per riprendere il figlio che sbaglia, lo rimette in riga e la cosa finisce lì, il buon senso ce lo mettano i calciatori. Come hanno già dimostrato di saper fare”.

Franck Kessié (Milan-Lazio) Bakayoko
https://www.facebook.com/ACMilan/photos/pcb.10156071275591937/10156071269586937/?type=3&theater

Bollettino Milan, l’idea prima di Milan-Lazio: “Un abbraccio reciproco e l’applauso dello stadio”

Così, prima della sfida di Milan-Lazio di Coppa Italia, si sistemino in mezzo al campo, si abbraccino reciprocamente e si prendano l’applauso dello stadio. Per stemperare la tensione alimentata durante e dopo la partita di campionato. Un episodio in cui Kessie e Bakayoko hanno sbagliato, non comportandosi da professionisti. Ma che era già finito la sera stessa, come dimostrato dalla foto pubblicata da Francesco Acerbi che vedete qui riprodotta. E con le scuse dei giocatori del Milan. E la reprimenda pubblica di mister Gattuso”.

Ma il Bollettino lascia il giudizio ai suoi lettori. Ci preme invece fare appello agli appassionati democratici, sensati e razionali. Ci si prenda in giro durante la partita, si faccia il tifo e si “gufi”. Ma finita la partita, un solo grande abbraccio”.

ultimo aggiornamento: 19-04-2019

X