Paolo Maddalena è il candidato Presidente della Repubblica di 40 elettori del Misto: chi è il giurista italiano che nel corso della sua attività ha prestato grande attenzione ai temi ambientali.

Il nome di Paolo Maddalena è venuto alla ribalta nel gennaio 2022 quando è stato presentato come candidato Presidente della Repubblica da 40 Grandi Elettori del Gruppo Misto.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Chi è Paolo Maddalena: la carriera e gli incarichi principali

Nato a Napoli il 27 marzo 1936, Paolo Maddalena si laure presso l’Università di Napoli e poi inizia la sua carriera didattica. Intorno agli anni Settanta entra in magistratura occupandosi principalmente di diritto amministrativo e costituzionale. Nel ’71 entra nella Magistratura della Corte dei Conti, poi negli anni Novanta diventa Procuratore regionale del Lazio. Nel corso della sua attività si mette in luce, quasi da avanguardista, per l’attenzione che dedica ai temi ambientali.

Dal punto di vista politico, è stato Capo di gabinetto del ministro della Pubblica Istruzione tra l’89 e il ’91 e poi Capo ufficio legislativo al Ministero dell’Ambiente.

Nel 2002 è eletto alla Corte costituzionale e arriva a ricoprire la carica di vice-presidente. Nel 2011 diventa presidente della Corte, incarico ricoperto per pochi mesi.

Nel corso degli anni ha portato avanti la sua attività di docente insegnando presso prestigiose Università.

Tribunale
Tribunale

Maddalena candidato Presidente della Repubblica

Come anticipato in apertura, il suo nome viene alla ribalta nel gennaio 2022 quando 40 grandi elettori del Misto lo indicano come candidato per l’elezione del Presidente della Repubblica. La sua è una candidatura più simbolica che concreta ma che comunque costringe i grandi favoriti nella corsa al Colle a rivedere i propri calcoli sul numero di voti a disposizione. Alla prima votazione per l’elezione del Presidente della Repubblica Maddalena è stato il più votato con 36 voti.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 24-01-2022


L’incontro tra Salvini e Draghi è la prima svolta nella corsa al Quirinale

Quirinale, da Amadeus a Vespa passando per Zoff: le sorprese della prima votazione per il Presidente della Repubblica