Paura a Trigoria: il papà di Gianluca Scamacca entra nel Centro Sportivo della Roma brandendo una spranga. È stato arrestato e denunciato per danneggiamenti.

Paura al Centro Sportivo di Trigoria, dove il papà di Scamacca ha fatto irruzione brandendo una spranga e danneggiando le auto di alcuni dirigenti giallorossi. Al momento non è noto il movente del folle gesto che si è concluso con il fermo dell’uomo e una denuncia.

Il papà di Gianluca Scamacca a Trigoria con una spranga: danneggiate alcune auto

Nel pomeriggio del 17 maggio il padre di Gianluca Scamacca è entrato nel Centro Sportivo della Roma a Trigoria brandendo una spranga con la quale ha danneggiato le auto di alcuni dirigenti. Non è chiaro se l’uomo si sia scagliato contro le auto presenti nel parcheggio senza un obiettivo o se conoscesse i proprietari delle macchine danneggiate.

Quando il padre di Scamacca ha fatto irruzione a Trigoria non erano presenti i giocatori della Prima Squadra, che avevano la giornata libera. Erano invece presenti i ragazzi del Settore Giovanile. evidentemente ed ovviamente spaventati alla vista dell’uomo armato.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Gianluca Scamacca
Gianluca Scamacca

Arrestato e denunciato per danneggiamenti

L’uomo è stato fermato dagli uomini della sicurezza presenti nel Centro Sportivo e poi è stato tratto in arresto dagli uomini delle forze dell’ordine, intervenuti sul posto dopo una segnalazione. L’uomo è stato denunciato per danneggiamenti.

Al momento non sono noti i motivi che hanno spinto il padre di Scamacca a fare un blitz a Trigoria, evidentemente alterato.

Scamacca, i primi passi nel mondo del calcio nel Settore Giovanile della Roma

Gianluca Scamacca è in qualche modo legato alla Roma. Il calciatore infatti è cresciuto nel Settore Giovanile giallorosso, poi si è trasferito in Olanda. Oggi è di proprietà del Sassuolo e gioca in prestito al Genoa, dove si è messo in luce grazie a delle splendide prestazioni.

TAG:
calcio news Inter Juventus milan

ultimo aggiornamento: 18-05-2021


Nuovo decreto, il calendario delle riaperture fino a luglio

Covid manager, cos’è e cosa fa