Paralimpiadi, i risultati di lunedì 30 agosto 2021. Italia ancora una volta protagonista con sette medaglie conquistare in un solo giorno.

TOKYO (GIAPPONE) – Italia assoluta protagonista alle Paralimpiadi di Tokyo in questo lunedì 30 agosto 2021. L’ultima settimana di gare si è aperta ancora una volta con il nuoto protagonista. Sono tre le medaglie arrivate dalla vasca e due di queste sono d’oro.

Il titolo olimpico del 200 misti è andato a Carlotta Gilli, al suo quinto podio in questa edizione dei Giochi. La piemontese ha fermato il cronometro sul 2’21″44, tempo che è anche il nuovo record del mondo. Nei 100 stile libero S3, invece, Arjola Trimi è salita sul gradino più alto del podio portando a due medaglie d’oro il suo bottino nella manifestazione. La giornata fantastica è completata dall’argento nella 4×100 conquistato da Antonio Fantin, Simone Ciulli, Simone Baarlam e Stefano Raimondi.

Prima medaglia nell’atletica

Arriva la prima medaglia anche nell’atletica. Nel getto del peso F11 Oney Tapia è riuscito a conquistare il bronzo con un lancio di 13.60, di poco dietro al brasiliano Rodrigo da Silva. Un risultato importante in una specialità che non è la sua.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Tokyo
Tokyo

Gli altri podi

E’ stata un’Italia sicuramente protagonista in questa giornata. La prima medaglia in ordine di tempo è arrivata dal tiro con l’arco con il bronzo di Maria Andrea Virgilio. Stesso risultato per Andrea Liverani nella carabina mista 10 metri standing Sh2.

Grande soddisfazione anche per Sara Morganti. L’azzurra con il suo Royal Delight è riuscita a conquistare il bronzo nell’Individual Freestyle Test grado 1. Si tratta della seconda medaglia per la nostra atleta in questi Giochi.

Il medagliere dell’Italia

Sale a 34 (10 ori, 11 argenti e 13 bronzi) il bottino complessivo dell’Italia a queste Paralimpiadi con l’ottavo posto complessivo. Le soddisfazioni non sono finite qui e presto avremo un numero molto più alto di podi.


Sport in lutto, è morto l’ex presidente del Cio Jaques Rogge

Incredibile Bebe Vio. La grande impresa dietro l’oro: “Ero messa proprio male”