Paschal Donohoe il nuovo presidente dell'Eurogruppo

Paschal Donohoe il nuovo presidente dell’Eurogruppo

Paschal Donohoe il nuovo presidente dell’Eurogruppo. Battuta la grande favorita Nadia Calvino.

BRUXELLES (BELGIO) – Paschal Donohoe è il nuovo presidente dell’Eurogruppo. Dopo le dimissioni presentate da Mario Centeno, i ministri dell’Economia sono stati costretti a votare il sostituto del portoghese con l’irlandese che ha battuto a sorpresa la spagnola Nadia Calvino, candidatura fortemente sostenuta dall’Italia.

Sono profondamente onorato e impaziente di lavorare con tutti i miei colleghi negli anni a venire – ha detto il nuovo presidente citato da TgCom24 per assicurare una ripresa equa e inclusiva per tutti“. Un mandato di due anni e mezzo che potrà essere rinnovato al termine di questa esperienza sicuramente molto delicata.

Incontro Merkel-Rutte a Berlino

Elezione molto delicata per Donohoe che nei prossimi giorni è chiamato ad affrontare un argomento molto importante come quello del Recovery Fund. Provvedimento al centro del vertice anche tra la cancelliera Merkel e il primo ministro olandese Mark Rutte.

Nell’incontro si è parlato del prossimo Consiglio Europeo con la leader tedesca che ha ribadito la necessità di intervenire immediatamente per non far sprofondare l’Unione. Una posizione che sarà confermata anche dal premier Conte quando incontrerà Rutte nella giornata di venerdì 10 luglio 2020.

Angela Merkel
Berlino 19/12/2016 – attentato terroristico ai mercatini di Natale di Breitschidplatz 12 morti / foto Imago/Image nella foto: Angela Merkel

Attesa per il prossimo Consiglio Europeo

Il 17-18 luglio si deciderà il futuro dell’Ue. Il Consiglio Europeo è chiamato a decidere sul Recovery Fund con i Paesi del Sud che spingono per arrivare ad un accordo in tempi brevi.

Le frenate non mancano con Angela Merkel e Giuseppe Conte che sono scesi in campo in prima persona per cercare di sbloccare la situazione. Le tensioni ci sono tra i leader con la discussione che non si preanuncia per nulla semplice. Saranno 48 ore molto intense e decisive per il futuro dell’Unione Europea con i soldi del Recovery Fund importanti per provare a far ripartire l’economia del Vecchio Continente.

ultimo aggiornamento: 09-07-2020

X