Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla PEC, la posta elettronica certificata: come funziona, quanto costa e chi è obbligato ad averla.

Sono sempre di più coloro che, per un motivo o per un altro, decidono di avere (o in alcuni casi devono avere) una PEC. Cos’è? Come funziona? Quanto costa averla e chi è obbligato ad averne una. Tutte queste domande, ma non solo, troveranno una risposta proprio in questo articolo dove vedremo tutto quello che c’è da sapere sulla posta elettronica certificata (è questo il significato dell’agronomico PEC).

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

PEC, cos’è?

Cos’è la PEC? E’ un mail che, a differenza di quella comune, è dotata di un sistema di controllo che permette di certificare l’autenticità e l’avvenuta consegna di un qualunque messaggio inviato. E proprio per queste caratteristica la posta elettronica certificata permette di inviare e di ricevere messaggi e documenti aventi valore legale al pari di quello delle raccomandate con ricevuta di ritorno.

ragazza pc email mail
ragazza pc email mail

La PEC è obbligatoria?

Non è obbligatorio avere una PEC, o per lo meno non è obbligatoria per tutti. Tutte le aziende devono infatti per forza possederne una che deve essere comunicata al Registro delle Imprese.

Devono inoltre obbligatoriamente avere una PEC tutti coloro che hanno una Partita IVA, le ditte individuali (compresi gli artigiani) e i professionisti iscritti all’Albo di riferimento.

PEC: come funziona?

Come funziona la PEC? Semplice, come una raccomandata con ricevuta di ritorno. Una volta inviata la mail, che si compila esattamente come una normale mail, il gestore verifica la conformità degli standard e certifica la provenienza e l’inalterabilità del contenuto.

Il mittente riceverà quindi una mail con la ricevuta di accettazione e, successivamente, una ricevuta di avvenuta consegna del messaggio al destinatario.

Quanto costa la PEC?

A differenza delle normali mail, non si può ottenere una PEC gratuitamente. Ci sono vari gestori che offrono il servizio a prezzo diverso che vanno dai 5 euro più IVA in su per l’iscrizione mentre il costo del rinnovo può variare dagli 8 euro più IVA fino ai 75 più IVA all’anno. Il costo varia in base ai servizi e allo spazio a disposizione che si sceglie di avere. Il pagamento può essere fatto tramite bonifico bancario o tramite carta di credito.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 21-07-2022


Sugli smartphone arrivano le iSIM: ecco cosa sono

Come bloccare le chiamate indesiderate sul cellulare