In commercio vi sono vari tipi di pellicole oscuranti per auto in grado di soddisfare una vasta gamma di esigenze.

Molti modelli di auto di serie sono dotate di vetri oscurati. In genere, si tratta di un accessorio disponibile sulle versioni alto di gamma oppure ordinabile a parte come optional a pagamento (più raramente fanno parte dell’allestimento di serie). I vetri opacizzati assolvono sia una funzione estetica (le superfici trasparenti sono piuttosto ampie e se oscurate possono incidere non poco sull’aspetto complessivo dell’auto) sia una di carattere funzionale, molto simile a quella delle tendine parasole.

Per chi volesse usufruire dei vantaggi offerti dai vetri oscurati senza sostituire i finestrini laterali può ricorrere alle pellicole oscuranti: vediamo di seguito di cosa si tratta, quanto costano e come possono essere applicate sulle superfici trasparenti della propria vettura.

Cosa sono le pellicole oscuranti e a cosa servono

Le pellicole oscuranti sono pellicole autoadesive in materiale plastico (in genere PET) che possono essere applicate sui finestrini (solo quelli laterali e posteriori) di autovetture e veicoli commerciali.

Come si può intuire dal nome stesso, lo scopo principale della pellicola è quello di oscurare il vetro. Per ragioni di sicurezza, il film può essere ‘regolato’, ossia applicato in maniera tale da realizzare una percentuale variabile di schermatura del vetro: quelle più basse (dall’1% al 5%) implicano un maggiore filtro da parte della pellicola, che oscura quasi del tutto la superficie vetrata. Le percentuali più alte (fino al 50%) delle gradazioni pellicole oscuranti auto sono quelle che consentono alla luce esterna di penetrare più facilmente.

Le pellicole oscuranti possono essere utilizzate per diversi motivi:

  • bloccare i raggi ultravioletti: ciò rende l’abitacolo più sicuro per bambini, persone anziane ed animali domestici, limitando l’esposizione ai raggi solari più aggressivi;
  • impedire che il vetro si frantumi in mille pezzi in caso di incidente: ciò aumenta la sicurezza degli occupanti dell’abitacolo riducendo il rischio che vengano raggiunti da schegge di vetro;
  • rendere meno visibile l’interno del veicolo, nascondendo alla vista il contenuto di furgoni, minivan e veicoli commerciali;
  • limitare la penetrazione dei raggi solari per facilitare la visione di schermi TV posteriori, eliminando il riflesso delle fonti luminose esterne;
  • proteggere il rivestimento dell’abitacolo: la luce del sole può, nel corso del tempo, far sbiadire i tessuti e logorare le plastiche che rivestono la plancia, i pannelli delle portiere e i sediolini.

Dal punto di vista normativo, le pellicole oscuranti sono legali: il riferimento principale è rappresentato dalla circolare ministeriale n. 1680M360 del 08/05/2002 che riporta tutti i requisiti necessari per l’applicazione a norma di legge dei film:

  • deve essere riportato il nome del produttore;
  • il prodotto deve essere stato omologato per il vetro sul quale verrà applicato;
  • la presenza di un certificato di omologazione;
  • certificato di conformità rilasciato da chi ha installato il vetro.

Le pellicole non possono essere applicate sul parabrezza e sui vetri laterali anteriori poiché, per motivi di sicurezza, il campo visivo del guidatore deve essere libero per un arco di 180°.

Auto Vetri Oscurati
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/toyota-land-cruiser-suv-4-x-4-2943058/

Pellicole oscuranti come si applicano: i consigli per il fai da te

L’applicazione di una pellicola oscurante è piuttosto semplice e può essere effettuata anche senza rivolgersi ad un’officina specializzati in lavorazioni di wrapping. Per ottenere un buon risultato anche con il fai da te è necessario procurarsi quanto segue:

  • una miscela di acqua e sapone (bastano poche gocce di sapone per lavare i piatti in un litro di acqua distillata);
  • un panno in microfibra o una pelle di daino;
  • un taglierino;
  • una spatola di plastica.

Per procedere ad una corretta applicazione del film sui vetri del veicolo, basta seguire i seguenti passaggi, tenendo a mente che un layer va incollato all’esterno e l’altro all’interno:

  • raffreddare i vetri portandoli a temperatura ambiente; per fare ciò basterà spegnere il sistema di condizionamento (se precedentemente acceso) e lasciare le porte aperte per alcuni minuti;
  • lavare i vetri: le superfici vanno cosparse con la soluzione di acqua e sapone (mediante un nebulizzatore) per poi essere pulite e sgrassate con cura;
  • asciugare i vetri con il panno in microfibra o la pelle di daino, avendo cura di rimuovere tutti i residui di acqua;
  • nebulizzare nuovamente la superficie ed applicare la pellicola; questa va tagliata con un taglierino seguendo il profilo delle guarnizioni esterne in gomma;
  • nebulizzare la superficie della pellicola subito dopo l’applicazione sul vetro e utilizzare la spatola in plastica per rimuovere le gocce d’acqua presenti tra il vetro e il film oscurante; cominciare sempre dalla parte superiore e agendo in senso orizzontale fino ad eliminare le bolle d’aria che si formano tra il vetro e la pellicola;
  • ritagliare le porzioni di pellicola in eccesso;
  • rimuovere il layer superficiale della pellicola;
  • nebulizzare con acqua e sapone la parte adesiva del film quando si ripete la stessa operazione sulla faccia interna del vetro;
  • applicare, sagomare e spatolare nuovamente la pellicola;
  • evitare di azionare i vetri per i tre giorni successivi l’applicazione del film oscurante.

Caratteristiche delle pellicole oscuranti vetri auto

In commercio si trovano pellicole opache, metallizzate, ibride o in ceramiche.

Quelle opache sono le più scure e, in percentuale, lasciano penetrare meno luce delle altre all’interno dell’abitacolo; le pellicole metallizzate trattengono bene il calore, evitando che la temperatura all’interno del veicolo diventi troppo alta. Infine, le pellicole in ceramica sono quelle più ‘chiare’ bloccando la luce in maniera meno netta rispetto a quelle opache. Si caratterizza per la presenza di uno strato ceramico rivestito da un layer protettivo.

In generale, le pellicole oscuranti offrono alcuni vantaggi a fronte di qualche svantaggio; da un lato, bloccano i raggi solari, aumentano la privacy dell’abitacolo e proteggono i vetri dai graffi. Di contro, se particolarmente opache, limitano la visibilità rendendo alcune manovre (come ad esempio la retromarcia) più difficoltose.

Quanto costano le pellicole oscuranti auto

Le pellicole oscuranti sono facilmente reperibili in commercio. Possono essere acquistate sia presso i negozi specializzati in ricambi ed accessori per auto sia online. I prezzi sono molto accessibili: un rotolo di pellicola può costare tra gli 8 e i 25 euro; il costo varia a seconda della percentuale di isolamento luminoso garantita dalla pellicola, oltre che dalle dimensioni del singolo rotolo.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/toyota-land-cruiser-suv-4-x-4-2943058/

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
approfondimento pellicole oscuranti

ultimo aggiornamento: 31-12-2019


Come sta Michael Schumacher a sei anni dall’incidente sugli sci

La rocambolesca fuga di Ghosn dal Giappone: è in Libano