Dubbi sulla somministrazione del vaccino contro il Covid agli adolescenti: per uno studio condotto negli Usa la vaccinazione è più pericolosa del virus.

Sta facendo particolarmente scalpore una ricerca condotto da un team di studiosi della California sulla somministrazione del vaccino agli adolescenti, anche perché l’esito dello studio dimostrerebbe che per gli adolescenti sani, senza patologie pregresse, il vaccino è più pericoloso del Covid. Ma una puntualizzazione è d’obbligo ed è bene farla in apertura: lo studio, pubblicato su medRxiv, deve ancora essere validato dalla comunità scientifica.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Lo studio condotto negli Usa: per gli adolescenti il vaccino è più pericoloso del Covid

Chiarito che lo studio in questione deve ancora essere valutato dalla comunità scientifica, passiamo all’analisi dei fatti e al commento dei dati che emergono dalla ricerca.

Lo studio è stato condotto su un gruppo di ragazzi di età compresa tra i 12 e i 15 anni senza patologie pregresse. I dati dimostrano che il rischio di un problema al cuore, in particolare la miocardite, è da 4 a 6 volte più alto rispetto al al rischio di finire in ospedale per il Covid.

Le miocarditi sono un effetto collaterale legato al vaccino ormai noto da tempo e al centro di diversi studi. Nella maggior parte dei casi i problemi si manifestano dopo la somministrazione della seconda dose di vaccino, motivo per il quale c’è chi suggerisce di procedere con la somministrazione di una sola dose per i giovani sani.

Vaccino Covid
Vaccino Covid

Le conclusioni

La conclusione dello studio è che per gli adolescenti di età compresa tra i 12 e i 15 anni e di sesso maschile, il rischio di venire ospedalizzati per gli effetti collaterali del vaccino è maggiore del rischio di ospedalizzazione legato al Covid.

I dubbi sulla somministrazione del vaccino agli adolescenti

I dati in qualche modo sembrano giustificare la posizione di alcuni Paesi che sulla vaccinazione degli adolescenti ha deciso di muoversi con estrema prudenza. Anche le autorità sanitarie britanniche avevano invitato il governo a raccogliere altri dati prima di dare il via libera alla somministrazione del vaccino agli adolescenti.

Cosa dicono i dati validati dalla comunità scientifica

Va anche detto, in conclusione, che i dati validati dalle autorità sanitarie al momento confermano che anche per i giovani i benefici legati alla vaccinazione superano di gran lunga i rischi.

coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 19-09-2021


Caso Eitan, c’è un terzo indagato. Il console italiano: “Il bambino è in buone condizioni”. Di Maio: “Verifiche per intervenire”

Green Pass obbligatorio… ma non per tutti. Ecco chi potrà non averlo