Le intenzioni di Erdogan sono chiare: “La Turchia vuole che questi Paesi sostengano le operazioni antiterrorismo dei membri dell’Alleanza”.

Il concreto ingresso all’interno del sistema Nato, di Paesi come la Finlandia e la Svezia, implica grossi pericoli circa la sicurezza dello Stato turco, oltre che rappresentare una brusca minaccia per lo stesso divenire dell’Alleanza. Questo il pensiero del presidente turco Erdogan, nell’ambito di un articolo stilato per l’Economist. In quest’ultimo, Erdogan ha spronato Svezia e Finlandia, così come gli altri alleati, di apportare un freno a tutti quei tipici standard multipli, legati alla lotta al terrorismo.

Le parole del presidente turco, non lasciano spazio ad angoli interpretabili: “La Turchia sostiene che l’ammissione di Svezia e Finlandia, comporti rischi per la propria sicurezza e per il futuro dell’organizzazione. Abbiamo tutto il diritto di aspettarci che quei Paesi, che a loro volta si aspettano che il secondo esercito più grande della Nato venga in loro difesa, in base all’articolo 5, impediscano le attività di reclutamento, raccolta fondi e propaganda del Pkk, considerato un’entità terroristica, sia dall’Unione Europea che dall’America”.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La tavola rotonda con Svezia e Finlandia

Nell’ambito della tavola rotonda, tenutasi la settimana scorsa ad Ankara, in cui hanno preso parte le rappresentanze di Finlandia e Svezia, Erdogan si è espresso in questi termini: “Abbiamo fornito prove chiare alle autorità di questi Paesi e ci aspettiamo un’azione da parte loro. Inoltre, la Turchia vuole che questi Paesi sostengano le operazioni antiterrorismo dei membri della Nato. A meno che non prendano le misure necessarie, la Turchia non cambierà la sua posizione su questo tema”.

bandiera turchia
bandiera turchia

Mevlut Cavusoglu, ministro degli Esteri turco, ha dettagliato che la Turchia sarebbe maggiormente favorevole all’ingresso della Finlandia, all’interno del cuore Nato, piuttosto che della Svezia, purchè entrambi i Paesi rispettino le prerogative stabilite, modificando le proprie leggi antiterrorismo.

Come comunicato da Daily Sabah, Cavusoglu ha, inoltre, dichiarato che lo Stato turco è profondamente teso nella difesa della propria sicurezza nazionale, sia entro che oltre i confini turchi.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 31-05-2022


Arrivano le tangenti sulle protesi dentali

Ricciardi: “Stop alle mascherine? Non sui mezzi e in ospedale”