Perquisita la villa di Beppe Grillo a Marina di Bibbona

Figlio di Grillo indagato per violenza sessuale, perquisita la villa del fondatore M5s

Perquisita la villa di Beppe Grillo a Marina di Bibbona. Il figlio del fondatore del M5s è indagato per violenza sessuale.

MARINA DI BIBBONA (LIVORNO) – Perquisita la villa di Beppe Grillo a Marina di Bibbona. Secondo quanto riferito da Il Tirreno nei giorni scorsi i carabinieri hanno effettuato un blitz in una delle residenze del fondatore del M5s per trovare un video sulla presunta violenza sessuale nei confronti di una ragazza svedese dal figlio del comico genovese e altri tre amici.

Nessuna indiscrezione uscita dagli inquirenti che continuano a mantenere il massimo riserbo sulla vicenda visto che si tratta di una questione molto delicata. Nella villa, in questo momento, si trova il figlio di Grillo in attesa di capire come si evolverà la vicenda.

La villa di Bibbona

La villa di Bibbona è una delle fortezze del MoVimento 5 Stelle. In provincia di Livorno, infatti, sono stati effettuati diversi vertici del partito ma ora l’abitazione è al centro dell’indagine dopo le accuse di stupro al figlio di Grillo. Si tratta al momento di una vicenda ricca di misteri visto che al momento le dichiarazioni della ragazza sono al vaglio degli inquirenti.

Carabinieri
Pattuglia dei carabinieri (fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it/)

La vicenda

La vicenda risale al luglio 2019 quando la ragazza – almeno secondo il suo racconto – è stata violentata nella villa di Porto Cervo di Beppe Grillo dal figlio e da altri tre amici. Una versione che non è confermata dai legali dei ragazzi che non smentiscono il rapporto sessuale ma parlano di un atto consenziente.

Gli inquirenti sono alla ricerca di un video che potrebbe confermare quanto detto dalla ragazza. Sequestrato anche il cellulare di Ciro Grillo per riuscire a recuperare le chat cancellate con gli amici. I militari preferiscono mantenere il massimo riserbo sulla vicenda almeno fino a quando non si hanno prove certe.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/

ultimo aggiornamento: 10-09-2019

X