Vespa Piaggio: i modelli e la storia

Vespa Piaggio: la storia e i modelli di un mito senza tempo

Vespa 50, 125 e mille altre versioni: la storia e i modelli dello scooter di casa Piaggio è veramente incredibile. Ecco tutto quello che c’è da sapere!

La storia della Vespa Piaggio è di quelle da leggenda, basti pensare che fu creato, su progetto di Corradino D’Ascanio, nel 1946 in un Italia appena uscita dal secondo conflitto mondiale e che doveva ricostruire tutto. Divenne uno dei simboli dell’Italia: tutti ricordiamo, ad esempio, Gregory Peck e Audrey Hepburn sopra una piccola Vespa in giro per la Capitale nel capolavoro anni ’50 Vacanze romane; ma non era prevedibile quando fu realizzata che diventasse un fenomeno di così larghe proporzioni. Proviamo a rivivere la genesi di questo mito italiano, guardando anche ai modelli che sono stati prodotti negli anni!

Com’è nata la Vespa

Il progettista Corradino D’Ascanio, che veniva da un’azienda aeronautica ed era ingegnere, pensò di creare una moto che non fosse propriamente tale, perché a lui le moto non erano mai piaciute.

Enrico Piaggio, a quel tempo, desiderava una moto a basso costo e alla portata di tutti, cosa che la prima versione della Vespa, la MP5 Paperino (che doveva essere la controparte della Fiat Topolino) di Roberto Spolti, che fu concepita nel biellese nel 1944, non aveva nella propria filosofia; così venne scartata, anche perché aveva un design troppo simile a una moto tradizionale.

Vespa
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/vespa-motor-scooter-a-rulli-culto-3803092/

L’idea di design che venne a D’Ascanio, che fu rivoluzionaria, era la mancanza di struttura tubolare in acciaio e quindi del tunnel centrale, che permetteva quindi di salire sul mezzo facilmente e senza dover “scavalcare”. Il nome Vespa invece, fu indicato, secondo la leggenda, da un’esclamazione di Enrico Piaggio, che disse vedendola per la prima volta “Sembra una vespa!“.

I modelli di Vespa storici e quelli più moderni

Il primo modello di Vespa fu il 98, che, come già accennato, aveva la comodità di poter salire in maniera facile sia con i pantaloni sia con la gonna (questa caratteristica fu importantissima per quanto riguarda l’accessibilità e il successivo successo del mezzo).

Vennero messi in commercio, a partire dal 1946, due diverse varianti del primo modello, uno economico e uno di lusso. All’epoca la Vespa costava dalle 55 alle 61 mila lire, un prezzo già alto per l’epoca. L’anno successivo fu messa in commercio anche la versione sportiva, Corsa, che vinse anche Monte Mario Hill Climb a Roma. La moto divenne fin dall’inizio di culto, tanto che era richiestissima e per averla bisognava aspettare dei mesi.

Negli anni ’50 la sua fama cresce a dismisura, anche per il suo utilizzo in diversi film, come Vacanze romane, già nominato in precedenza e anche in Dick Smart, Agente 2007 in cui compare una Vespa 180 Super Sport modificata che poteva addirittura volare. Altri modelli in quest’epoca furono:

• Vespa Corsa Alloy Frame del 1949;

• Vespa Montlhery del 1950;

• Vespa Siluro del 1951;

Vespa Tap del 1956 (da guerra, con un cannoncino);

• Vespa 400 del 1957;

• Vespa 500 del 1957;

Negli anni ’60, poi, fu messa in commercio la Vespa 50 Special (divenuta molto nota anche per la canzone 50 Special dei Lunapop, però molto più avanti nel tempo). Con la sua fama ormai alle stelle, lo scooter venne anche preso da Salvador Dalì, che partì da una carrozzeria di una Vespa 150 S nel 1962 per creare un’opera d’arte con i suoi motivi più celebri.

Scooter Piaggio: la Vespa della modernità

Dalla seconda metà degli anni ’60, la Vespa si evolve e diventa un vero e proprio scooter, con motori anche più potenti del classico “cinquantino”. Le Vespa 125 e 150 sono due esempi, ma fu anche creata nel 1967 la Vespa 180 Super Sport, già nominata in precedenza, che era una delle moto più veloci dell’epoca (raggiungeva i 105 km/h).

Un cambio di rotta nella sua produzione avvenne nel 1996: la Vespa è ormai una vera icona italiana nel Mondo, e quindi la sua concezione diventa ancora più popolare. La Vespa ET4, creata in occasione del 50° anniversario della creazione del mito, ha tutte le carte in regola per essere il primo dello della modernità, con motore 125 a 4 tempi e 12 cavalli di potenza.

Altri modelli prodotti furono:

Vespa GT 60° del 2005;

Vespa Granturismo del 2003;

Vespa GTS del 2003;

Vespa GTS 300 Super del 2009;

Vespa 964;

Vespa 70° anniversario;

Vespa elettrica.

Dopo più di 70 anni di storia, la Vespa rimane un simbolo di italianità nel mondo, in particolare per il suo design industriale che ai tempi della sua creazione fu rivoluzionario e diede un successo senza precedenti per la produzione italiana di veicoli utilitari, sia a due ruote sia a quattro ruote.

Come si può vedere dal sito ufficiale Vespa, i modelli ora in commercio sono:

Vespa Primavera. Una “small body” agile, perfetta per muoversi in città (commercializzata nelle versioni 50, 125 e 150).

Vespa Sprint (commercializzata nelle versioni 50, 125 e 150).

Vespa GTS. Perfetta nel mescolare comfort e prestazioni se ci si vuole mettere in viaggio.

Vespa GTS Super.

Vespa 964.

Vespa (964) RED. Questa nata dalla collaborazione dal Gruppo Piaggio e RED, per aiutare nella lotta contro l’AIDS, alla tubercolosi e alla malaria l’organizzazione fondata da Bono Vox e Bobby Shriver nel 2006.

Scooter
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/scooter-moto-vespa-bici-veicolo-250491/

Vespa usata: dove comprarla e le occasioni da sfruttare

Ovviamente i modelli Vespa sono moltissimo, e sono anche molto richiesti dagli appassionati e dai collezionisti. Se si è alla ricerca di una Vespa usata, per usarla in città senza nessuna pretesa di collezione, si possono trovare offerte e occasioni nei principali siti internet dedicati alla compravendita, come Subito.it, Kijiji.it, Ebay.com, Bakeka.it, ma anche nei siti specializzati come autoscout24.it, Moto.it, Vetrinamotori.it, ecc.

Se invece si è tanto appassionati da volere una vespa d’epoca, le occasioni si trovano anche in questo caso sui siti specializzati. Oppure si può cercare acquirenti o occasioni anche ai raduni dei vespisti italiani e di tutto il mondo, che conoscono a fondo ogni dettaglio della storia del mezzo e possono aiutare anche a trovare il modello più adatto a ogni esigenza, sia collezionistica che di praticità.

Se invece si vuole scoprire tutti i modelli storici e vederli dal vivo, esiste il Museo Piaggio, che ha una sezione dedicata proprio alla Vespa, con dettagli legati a ogni modello e la storia ufficiale, dagli albori fino ai giorni nostri (guardando anche al futuro), dello scooter utilitario più famoso al mondo.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/vespa-motor-scooter-a-rulli-culto-3803092/

ultimo aggiornamento: 30-04-2020

X