Anche la nuova versione di Microsoft Edge, come tutti i browser basati su Chromium, dispone di una modalità Picture in Picture. Ecco come attivarla e utilizzarla.

La modalità immagine nell’immagine, picture in picture in inglese, spesso abbreviata come PiP, è una modalità di fruizione video che permette di guardare i filmati presenti nelle schede di un applicazione all’interno di una finestra regolabile. Quest’ultima è liberamente ridimensionale, dall’interfaccia minimale e capace di rimanere sempre in primo piano, anche se cambiamo scheda o minimizziamo il browser.

Oggi i contenuti video sono moltissimi e molto interessanti, ma spesso ci costringono a tenere aperta un’intera finestra, e a toglierci spazio prezioso, per visualizzarli. La modalità Picture in Picture ci permette di superare questo limite, indipendentemente dal sito che stiamo visitando.

Grazie ad un aggiornamento di Microsoft Edge adesso è possibile sfruttare questa funzione senza dover scaricare applicazioni di terze parti; il browser di Redmond integra in maniera nativa questo genere di funzione.

Nel corso di questo articolo andremo a vedere entrambi i metodi con cui è possibile guardare un video in modalità PiP su Microsoft Edge. Utilizzeremo sia la funzione integrata nel browser Microsoft che un’estensione di terze parti.

Attivare la modalità immagine nell’immagine di Microsoft Edge

Prima di iniziare, assicuriamoci di avere l’ultima versione di Microsoft Edge sul nostro computer, sia esso dotato di sistema operativo Windows 10 o Mac.

Per farlo apriamo le impostazioni del nostro browser facendo clic sulla voce omonima in alto a destra, scriviamo nella barra di ricerca la parola aggiornamento e lasciamo il browser cercare in internet ciò di cui ha bisogno. Il procedimento potrebbe aver bisogno di qualche minuto di tempo per essere portato a termine, una volta fatto riavviamo il browser per permettere l’installazione definitiva dell’aggiornamento. Consideriamo tuttavia che gli aggiornamenti di Edge sono inclusi in quelli del sistema operativo, quindi se li abbiamo attivati dovrebbe essere tutto a posto.

Apriamo il sito web che contiene il video che vogliamo riprodurre, sia esso YouTube, Vimeo, Veoh, Twitch o qualsiasi altra cosa. Anche a video fermo facciamo un doppio clic destro col mouse e scegliamo dalle varie opzioni quella chiamata immagine nell’immagine.

A questo punto comparirà una finestra con dentro la riproduzione del nostro video.
La finestra può venir spostata dove vogliamo e può venir ridimensionata come una normale finestra, questa funzione è molto utile se abbiamo più di uno schermo ed abbiamo lo spazio necessario per la riproduzione contemporanea di più video.

Una volta che abbiamo finito ci basterà fare clic sul pulsante di chiusura per fermare la riproduzione e chiudere la finestra. In alternativa ci basterò cliccare nuovamente su immagine nell’immagine nel menu che si apre al secondo clic destro per riportare la situazione alla normalità.

Avviare il video immagine nell’immagine utilizzando un’estensione in Microsoft Edge

Se vogliamo utilizzare qualcosa di più immediato per guardare i nostri video utilizzando le stesse caratteristiche della sopracitata immagine nell’immagine possiamo utilizzare l’estensione omonima, disponibile sempre per Microsoft Edge.

Per scaricarla possiamo fare clic qui: effettuiamo il download e eseguiamo la procedura per l’installazione.

L’estensione è di grande semplicità: una volta eseguita l’installazione a destra della barra degli indirizzi vedremo comparire un nuovo pulsante, chiamato per l’occasione picture in picture video.

Apriamo la pagina web contenente il video  che vogliamo vedere e facciamo clic sul pulsante dell’estensione. In questo modo trasporteremo in maniera automatica il video all’interno di una piccola finestrella personalizzabile a nostra preferenza.

Per ripristinare la normale finestra di visualizzazione facciamo di nuovo clic sul pulsante del picture in picture video.

Fonte foto copertina: en.wikipedia.org/wiki/Microsoft_Edge (elaborazione)


Date in Excel, come farle leggere correttamente al programma

Una nuova scorciatoia da tastiera di Google ci fa risparmiare tempo e fatica