Se non vogliamo abbonarci alla Adobe Suite, le alternative esistono e sono mediamente poco costose, o completamente gratuite.

La Adobe Creative Cloud Suite è un prodotto incredibilmente versatile che ha un solo grande difetto: costa circa 60 € al mese. Se si sta cominciando a lavorare nel mondo della grafica o di certa creatività sessanta euro al mese sono una spesa difficile da sostenere, specie se sommati ai già non esaltanti costi da affrontare per poter lavorare secondo norma di legge. Se vogliamo scegliere qualcosa di diverso dalla Adobe Suite, le alternative non mancano: le vedremo fra poco.

Per affrontare il problema dei costi legati alla Adobe Suite esistono quattro vie: acquistare singolarmente le licenze mensili dei vari programmi (ma fidatevi che già ne bastano due per arrivare alla soglia di 50€ mensili), usare le offerte di Adobe, aspettare gli sconti o cercare altri programmi per ogni scopo.

Oggi vedremo quali programmi possono sostituire i vari programmi della suite Adobe.

Affinity Suite (alternativa a Photoshop, Illustrator e Indesign)

L’Affinity Suite è forse lo strumento più conosciuto tra quelli che puntano a evitare la Adobe Suite con alternative valide ed efficaci.
Essa è sviluppata dall’azienda inglese Serif e non è altro che una suite che comprende tre programmi differenti: Photo, Designer e Publisher.

Questi tre non sono altro che programmi molto simili per potenzialità e funzioni a Photoshop, Illustrator e Indesign con un’interessante pregio: le loro licenze si acquistano una volta e basta, non hanno bisogno di venir rinnovate su cadenza annuale a prezzi molto elevati.

La licenza di un singolo programma costa circa 55€ e viene spesso scontata a 28€, ora basta fare un po’ di matematica per capire che con una spesa di poco superiore al centinaio di euro sarà possibile riportarsi a casa un tris di programmi incredibilmente utile e potente. Tutte e tre le offerte sono visionabili qui.

La suite affinity è infatti conosciuta per essere davvero molto simile per funzionalità a quella Adobe. I vari programmi di Affinity sono perfettamente compatibili con i file che provengono da programmi Adobe e vengono aggiornati con costanza, in modo da rimanere sempre sul passo a livello tecnologico con funzioni sempre più avanzate che spesso fanno il verso a quelle di Photoshop e soci.

Sumopaint (alternativa a Photoshop)

Se abbiamo bisogno di sostituire Photoshop e siamo specializzati nel disegno o nella pittura digitale quello che possiamo fare è puntare su Sumopaint.

L’applicativo esiste in forma gratuita sul web a questo link e possiede anche una versione desktop leggermente diversa chiamata Psykopaint basata su Adobe Flash.

L’offerta di Sumopaint è allettante: per un prezzo nullo offre moltissime tra le funzioni di Photoshop dedicate a chi disegna, sfruttando un’interfaccia molto simile ed utilizzando la gerarchia a livelli tipica del programma Adobe. A mancare sono tutte le funzioni più avanzate, specie quando ci spostiamo verso la fotocomposizione o verso il fotoritocco.

Sumopaint, purtroppo, non è compatibile con i progetti di Photoshop, i file con estensione .psd, ma permette all’utente di aprire immagini di quasi tutti i formati tra quelli popolari.

Photopea (alternativa a Photoshop)

Photopea è l’alternativa gratuita e online a Photoshop se abbiamo bisogno di realizzare lavori di fotoritocco o fotocomposizione.
L’applicativo è raggiungibile a questo link e sin fa apprezzare fin da subito per un user experience familiare e intuitiva.

Già dall’interfaccia risulta incredibilmente simile al fratello maggiore (e a pagamento) Photoshop, copiandone l’interfaccia e riproducendo con grande cura molte delle funzioni.

A differenza del sopracitato Sumopaint, il nostro è più orientato verso lavori di fotoritocco o composizione, offrendo anche una lunga lista di filtri esattamente come il programma madre. Photopea è compatibile non solo con i file . psd ma anche con file di illustrator, indesign, XD, Gimp e fotografie in Raw.

GIMP (Alternativa a Photoshop e Illustrator)

GIMP è un nome che scalda il cuore di chiunque smanetti col PC almeno da una decina di anni. Esso infatti è uno dei primi programmi ad aver provato a sostituire gratuitamente Photoshop; GIMP è multipiattaforma ed è disponibile per Windows, Mac e Linux in forma gratuita.

Questo ha permesso ad una fervente community di sviluppare diversi plug in per GIMP, in modo da semplificare determinate tipologie di lavori. GIMP ha il vantaggio di essere molto versatile e di essere un programma utile sia per il fotoritocco/fotomanipolazione che per la creazione di immagini vettoriali.

Se ci intendiamo di programmazione potremo utilizzare il suo sistema di scripting che support linguaggi come C, C++, Perl, Python, Scheme e altri per manipolare le immagini; una funzione decisamente unica.

DaVinci Resolve (Alternativa ad Adobe Premiere)

Il programma di montaggio video DaVinci Resolve, disponibile a questo link,  è un programma gratuito sviluppato da BlackMagicDesign (si, quelli delle telecamere per il cinema) che combina all’interno della stessa applicazione un mondo di funzioni diverse.

DaVinci Resolve è conosciuto per essere l’applicativo definitivo quando si parla di post produzione, e montaggio video infatti all’interno dello stesso programma troviamo una montagna di strumenti anche incredibilmente avanzati in grado di adempire a tutta una lunga serie di compiti diversi:editing, color correction, effetti visivi, motion graphics e post produzione audio, il tutto per la modica cifra di zero euro.

Il programma ha un interfaccia moderna ed ha una nutrita community che ha costruito montagne di tutorial con cui informarsi. La qualità di DaVinci Resolveè tale da venir usato abbastanza frequentemente anche in ambienti cinematografici, per lavori di post produzione o color correction anche quando si potrebbe fare affidamento su programmi più costosi.

Audacity (in sostituzione ad Audition)

adobe suite alternative

Audacity è un software gratuito per l’editing audio multitraccia e multipiattaforma, distribuito sotto la GNU General Public License e scaricabile a questo link.
Il programma Audacity, da solo, permette la registrazione di audio multitraccia, la modifica ed il mixaggio delle varie traccie con un grande numero di funzioni.

Grazie ad una lunga serie di plugin, tutti già inclusi nell’eseguibile scaricabile dal sito, è possibile modificare parametri come volume, velocità, intonazione, formato dei file salvati, effettuare compressioni, effettuare normalizzazioni e così via.

Le caratteristiche di Audacity lo rendono perfetto per un uso domestico e adatto anche in un ambito semiprofessionale.

Fonte foto copertina: pexels.com/photo/adult-art-artist-blur-297648/


Come aggiungere gli zeri in Excel per visualizzarli nelle celle

Date in Excel, come farle leggere correttamente al programma