Polemiche per una frase di Beppe Bergomi sulla Juventus in diretta televisiva.

MILANO – Polemiche per una frase di Beppe Bergomi sulla Juventus in diretta televisiva. A margine della sconfitta dell’Inter in Europa League, l’ex bandiera nerazzurra si è soffermato sulla continuità di un progetto per cercare di conquistare dei titoli non solo a livello internazionale, ma anche nazionale.

A far scatenare la bufera una frase in particolare: “Purtroppo in Italia per nove anni lo Scudetto è stato vinto dalla Juventus“. La parola ‘purtroppo’ ha scatenato la dura reazione dei social con l’ex difensore che è stato duramente criticato dai tifosi bianconeri.

Dal post della Juventus a Beppe Bergomi

E’ stato un post partita ricco di polemiche sui social quello di Siviglia-Inter. Ad accendere lo scontro è stata direttamente la Juventus con un tweet di complimenti alla squadra iberica per la vittoria dell’Europa League. Post che non è piaciuto molto ai tifosi nerazzurri che hanno criticato quanto fatto dai bianconeri.

Le altre polemiche sono nate con le dichiarazioni di Beppe Bergomi, da sempre una bandiera della squadra nerazzurra. Nessuna scusa da parte dell’ex capitano dell’Inter con la vicenda che difficilmente avrà un prosieguo nelle prossime ore.

Beppe Bergomi
Beppe Bergomi

Inter e Juventus pronti a sfidarsi in campo

Inter e Juventus sono pronte a sfidarsi in campo per conquistare lo Scudetto. Si tratta di un percorso non semplice visto che entrambe le compagini potrebbero avere una nuova guida tecnica.

Un derby d’Italia che dovrebbe presto riaccendersi nella lotta al titolo con tutte e due le squadre che non hanno nessuna intenzione di lasciare nulla al caso. La speranza resta quella di poter vedere queste sfide con il pubblico anche se molto dipenderà dall’andamento del coronavirus. E la decisione definitiva sugli stadi sarà presa poco prima dell’inizio del campionato.

Scarica QUI il Decreto Agosto.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
Beppe Bergomi calcio calcio news Inter Juventus News sport

ultimo aggiornamento: 25-08-2020


Barcellona, Koeman ne taglia quattro: Suarez, Vidal, Rakitic e Umtiti vicini all’addio

Ronaldinho torna libero dopo 5 mesi di detenzione