Parata del 2 giugno, tre Generali annunciano la loro assenza. Salvini: Colpa del ministro Trenta

E’ polemica per l’assenza di tre Generali alla parata del 2 giugno. Salvini attacca: “Non sentono la presenza del ministro”.

ROMA – Nuovo giorno e altra polemica al Governo. Al centro della discussione questa volta è l’assenza di tre Generali alla parata del 2 giugno a Roma. Una decisione – fanno sapere i diretti interessati – che è stata presa per le “troppe disattenzioni da parte del Governo nei confronti dei temi della Difesa“.

Assente anche La Russa – A Roma non ci sarà l’ex ministro Ignazio La Russa che attacca Elisabetta Trenta: “Manca di rispetto ai nostri uomini e alle nostre donne in divisa. Per la prima volta a malincuore dopo tanti anni non andrò alla parata per protesta nei confronti del ministro“.

Parata del 2 giugno, Salvini attacca il ministro Trenta: “Non è al fianco dei nostri militari”

L’assenza dei Generali è stata commentata anche dal ministro Salvini che durante un comizio a Potenza precisa: “Io sono sempre al fianco delle forze armate. Penso che sia un dovere di un ministro essere vicino ai nostri militari e se qualcuno non c’è vuol dire che non ha sentito sempre questa presenza e questa vicinanza“.

Di seguito il video con alcune dichiarazioni di Salvini da Potenza

MATTEO SALVINI A POTENZA (01.06.2019)

Sempre in diretta da Potenza!#9giugnovotoLega #primagliitaliani 🇮🇹

Pubblicato da Matteo Salvini su Sabato 1 giugno 2019

Assente anche Giorgia Meloni: “Quest’anno non parteciperò alla parata del 2 giugno – precisa la leader di Fratelli d’Italia – non è più possibile ignorare la vergognosa gestione del ministro Trenta. Non ultimo il tentativo di trasformare la tradizionale Rivista su via dei Fori Militari in uno strumento di propaganda anti-militarista, ad uso e consumo della dialettica interna tra le forze politiche“.

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Parata del 2 giugno, il ministro Trenta si difende: “Dispiace usare i nostri eroi per fini politici”

Immediata la difesa del ministro Trenta alle polemiche che respinge tutte le accuse: “Mi dispiace che i nostri eroi siano usati per fini politici. Nessuno deve rimanere indietro, avremo con noi anche i rappresentanti delle vittime del dovere ed i caduti per la Patria. Inclusione vuol dire che parteciperanno per la prima volta i civili della Difesa e la riserva selezionata“.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/salviniofficial

ultimo aggiornamento: 02-06-2019

X