Bologna, Poli: “Abbiamo grandi margini di miglioramento”

L’ex centrocampista del Milan: “Per me è una tappa importante, sono soddisfatto di essere qui“.

Ha appena abbandonato il Milan più forte degli ultimi cinque anni per approdare in un Bologna in fase di costruzione, ma Andrea Poli si dice entusiasta del trasferimento. Queste le sue parole in conferenza stampa, riportate dalla Gazzetta dello Sport: “Ringrazio la società, tutti mi hanno fatto sentire subito importante. Il Bologna ha grande margine di miglioramento e nulla da invidiare al Milan: per me è una tappa importante e sono soddisfatto di essere qui. Sono rimasto davvero sorpreso da tutto quello che ho trovato qui. Volevo venire da un paio di mesi: questa è una squadra giovane che può e deve crescere attraverso il lavoro giorno per giorno, senza accontentarsi mai. Qui c’è un progetto valido: il Bologna può togliersi delle soddisfazioni. Giocare sulla trequarti? Ho giocato belle partite al Milan in quel ruolo, ma mi piace anche stare al centro del gioco, sono un giocatore duttile pronto a mettermi a disposizione. Il 4-2-3-1 è un modulo che richiede grande sacrificio: tutti devono fare la propria parte“.

Poli: “Al Milan sono stato messo in disparte

L’ex rossonero quindi prosegue: “Due anni fa ho disputato un’annata importante al Milan, sentendomi sempre parte del gruppo, siamo arrivati in finale di Coppa Italia, ma poi sono stato messo in disparte per scelte tecniche che ho sempre rispettato, cercando di dare il mio contributo quando ho giocato. Per esempio contro il Bologna, quando con una vittoria abbiamo cambiato la nostra stagione. In questo momento non penso alla Nazionale, ma solo a giocare, sono cinque anni che non faccio un ritiro normale, quindi è importante allenarsi bene con questi carichi di lavoro. Non vedo l’ora di iniziare. Futuro? Non penso al Montreal, ho parlato solo col Bologna“.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 17-07-2017

Mauro Abbate

X